Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

I cosmetici e la contaminazione delle acque

di
Pubblicato il: 27-08-2015

Sanihelp.it - Uno studio pubblicato sulla rivista Marine Pollution Bulletin, ha focalizzato l’attenzione su un argomento scottante e poco conosciuto: molti cosmetici di uso quotidiano contengono microsfere di plastica che possono essere pericolosi contaminanti per l’ecosistema marino.

Lo studio ha evidenziato come in molti prodotti normalmente usati per l’igiene personale come scrub per il viso, bagnoschiuma, schiuma da barba, dentifrici, saponette, creme solari e shampoo sono presenti delle microplastiche che hanno sostituito alcuni componenti naturali prima inglobati nella composizione di questi prodotti: queste piccolissime particelle sfuggono all’azione dei depuratori e arrivano direttamente in mare.

È questo uno dei motivi per cui vi sono sempre maggiori evidenze dell’aumento dei livelli di materie plastiche nelle acque marine.

Studi precedenti hanno dimostrato che queste microplastiche possono essere ingerite dai pesci e dai frutti di mare con ripercussioni negative sulla loro esistenza: vista l’enormità del problema diverse aziende produttrici di tali cosmetici hanno dichiarato che ridurranno progressivamente il contenuto di microplastiche nei loro prodotti. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Eurekalert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Iscriviti alla newsletter di Beauty Tips
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti