Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Che nostalgia! Sette italiani su 10 tornerebbero a scuola

di
Pubblicato il: 07-09-2015

Sanihelp.it - Chi l’avrebbe detto? La tanto temuta matematica risulta essere, al fianco di altre materie scientifiche come fisica, scienze e chimica, la materia di scuola più amata dagli italiani, uomini e donne. Con oltre il 38% delle preferenze, supera di misura l’italiano (30%) e l’inglese (17,7%). Sono alcuni dei risultati del sondaggio condotto da Privalia in occasione del ritorno a scuola. 

Nota dolente: la storia. Per il 32,3% degli intervistati raggiunge la vetta delle materie più ostiche. Più aspettata la risposta alla domanda: quale materia avresti voluto studiare o approfondire di più? Nessun dubbio: è l’informatica. Quasi il 50% del campione, che forse oggi accusa il digital e guarda con invidia alle generazioni dei nativi digitali, è d’accordo. Esercitano un certo fascino anche le lingue orientali, scelte dal 20% del campione, e la musica, con il 15% delle preferenze.

Facendo un bilancio dei ricordi più belli e brutti, gli italiani sono più che convinti: il 71% tornerebbe volentieri ai tempi della scuola. In particolare, al tempo delle scuole superiori, individuate come il miglior ciclo di studi per il 50%. Seguono le scuole elementari (28%) e chiudono la classifica le medie (22%).

Fra i momenti più belli, stravince la quotidianità dei giorni trascorsi con i compagni di scuola (46%). Per il 22% sono gli insegnamenti di alcuni professori ad aver segnato positivamente il corso degli studi. 

E i momenti da dimenticare? Uomini e donne si trovano d’accordo: le interrogazioni. Per il 28% sono il momento più temuto, perfino prima dei compiti in classe a sorpresa (24%), della ricordi legati alla severità di alcuni insegnanti (19%), degli esami (18%) e dell’attesa delle pagelle (11%). 

La corsa all'equipaggiamento migliore per affrontare l’anno di scuola segnava sì la fine delle vacanze, ma era per gli intervistati anche un ottimo antidoto per combattere la nostalgia dell’estate giunta agli sgoccioli. Vissuto come un momento di vera gioia per l’88% del campione, la corsa in cartoleria e nei negozi specializzati era una lotta per accaparrarsi l’oggetto di culto della stagione.

Il diario per il 52% era l’articolo più desiderato, superando il nuovo zaino, i nuovi kit di penne e colori, gli abiti e le nuove scarpe per l’ora di ginnastica. Per il 71% (78% per le donne), il diario era un collage di foto, trascrizioni di testi di canzoni, saluti degli amici dell’estate. 

Utilizzato solo dal 20% per segnare i compiti, nel 5% dei casi risultava essere soprattutto un insieme di note e comunicazioni per i genitori. Il 3% del campione preferiva non acquistarlo: ci si affidava alla memoria per ricordare tutto!  

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Privalia

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti