Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Alimentazione

Cosa ci dice l'etichetta di un petfood?

di
Pubblicato il: 29-09-2015

Dall'esame dell'etichetta di un petfood si possono avere molteplici informazioni per orientarsi verso una prodotto di qualità.

Cosa ci dice l'etichetta di un petfood? © Thinstock

Per valutare la qualità di un alimento è molto importante leggere e capire l’etichetta. Tutti gli alimenti per animali hanno l’obbligo di essere etichettati in conformità a recenti regolamenti comunitari per fornire al consumatore informazioni corrette sul prodotto che intende acquistare.

Lo scopo principale di un’etichetta è quello di facilitare l’atto dell’acquisto da parte del consumatore attraverso un’informazione chiara, concisa, precisa, veritiera e corretta sulla composizione, sulle caratteristiche e sull’impiego del prodotto.

Innanzi tutto l’etichetta dovrebbe indicare il nome e la descrizione del prodotto specificando se si tratta di un alimento completo (sufficiente ad assicurare una razione giornaliera), complementare (assicurano la razione giornaliera solo se associati con altri alimenti per animali) o dietetico

Sull’etichetta deve essere riportato a quale animale è destinato l’alimento e per quale fase di vita. Alcuni alimenti indicano eventualmente anche la taglia e la razza dell’animale.

Per quanto riguarda la lista degli ingredienti la legge prevede che le materie prime con cui viene prodotto l’alimento siano elencate con il loro nome specifico o con la categoria di appartenenza  in ordine decrescente di peso.

Più le informazioni sugli ingredienti sono dettagliate (tipo di carne, tipo di pesce, procedimento di lavorazione, percentuale utilizzata) maggiore è la garanzia che quel tipo di alimento sia di buona qualità.

La composizione analitica indica i valori di analisi chimica dell'alimento riportati in percentuale. È obbligatorio per legge utilizzare alcuni termini sull’etichetta come grezza e ceneri, derivanti da una terminologia utilizzata in laboratorio. Le ceneri sono il residuo dei metodi analitici e rappresentano principalmente i minerali.

Sanihelp.it

L’integrazione minerale vitaminica consiste nell'aggiunta di vitamine e minerali all'alimento al fine di integrare il naturale contenuto delle materie prime e di ottimizzare gli apporti per l'animale. Le vitamine e i minerali solitamente dichiarati sono: Vit.A, Vit.D3, Vit.E, Vit. K, Magnesio, Calcio, Fosforo e Sodio. Le dichiarazioni si riferiscono ad un kg di alimento.

Gli oligoelementi Ferro, Zinco, Rame, Iodio sono essenziali per il rinnovamento delle cellule del sangue, il funzionamento del fegato, il funzionamento del sistema nervoso, il funzionamento di tutti gli organi la bellezza del mantello.

L’aggiunta di additivi, privi di valore nutritivo, deve essere sempre indicata in etichetta. Possono essere usati come emulsionanti, per evitare che l'acqua ed il grasso si separino, come antiossidanti, per prevenire l'irrancidimento del grasso o come coloranti e aromi artificiali, per rendere il prodotto più attraente per il consumatore e più appetibile per l'animale.

Nell’etichetta è obbligatorio indicare la data di produzione e la data di scadenza che garantisce che un detto mangime, in condizioni di conservazione appropriate, conservi tutte le sue proprietà dichiarate.

Il dosaggio indica la quantità totale di uno specifico pet food necessaria in media al giorno ad un animale di una specie, di una categoria di età e di uno stile di vita o di attività per soddisfare tutti i suoi bisogni energetici e nutrizionali.

Sulla confezione devono essere riportati il nome e l’indirizzo del produttore o del distributore in modo che il consumatore sappia a chi rivolgersi in caso voglia ricevere ulteriori informazioni. Inoltre, devono essere inseriti i riferimenti recanti il numero di telefono gratuito, oppure il sito web oppure una assistenza.
 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Petfood etichettatura

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti