Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nuovi stili di vita: rischio cardiovascolare anche per le donne

di
Pubblicato il: 11-03-2005
Sanihelp.it - Con la vita moderna la donna ha perso il privilegio di essere meno esposta alle patologie cardiovascolari. Lo ha spiegato molto chiaramente la professoressa Claudia Di Nicola, presidente nazionale dell’Associazione italiana donne medico (AIDM): «I nuovi ruoli assunti dalla donna nel lavoro, nella vita sociale e gli stili di vita come l’abitudine al fumo di sigaretta, l’eccessivo uso di alcol, la sedentarietà e la scorretta alimentazione, hanno contribuito a mettere donna e uomo sullo stesso piano quando si parla di malattie cardiovascolari, soprattutto infarto e ictus».

Recenti studi hanno dimostrato che esiste un rischio cardiovascolare per oltre il 50% delle donne. Le esponenti dell’AIDM hanno indicato nella prevenzione sugli stili di vita il primo strumento per evitare aumenti di colesterolo e di conseguenza dell’insorgenza di arteriosclerosi la principale causa di infarto.

E nei casi più critici si può ricorrere alla terapia farmacologica. Proprio in riferimento alla tipologia di farmaci lo studio STELLAR, presentato al congresso AIDM, ha dimostrato l’efficacia superiore rispetto a tute le altre statina della Rosuvastatina, per la riduzione del colesterolo LDL.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti