Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Come combattere lo stress lavando i piatti

di
Pubblicato il: 05-10-2015

Sanihelp.it - La vita moderna vi stressa? Tornate a casa distrutti dall'ufficio e non potete staccare perché il capo vi subissa di mail? Essere perennemente collegati a internet e reperibili da chiunque vi ossessiona? Tranquilli, i ricercatori della Florida State University hanno il rimedio che fa per voi. Secondo quanto pubblicato sulla rivista specializzata Mindfulness, gli scienziati americani hanno scoperto finalmente il modo di rilassarsi e godersi maggiormente la vita: secondo loro, il segreto di una mente maggiormente beata starebbe nella pratica quotidiana del lavare i piatti. Con tanti saluti alle case produttrici di lavastoviglie.

Ebbene sì, avete capito bene: lavare i piatti. Secondo l'analisi americana, chi lava i piatti presenterebbe livelli di stress e nervosismo nettamente minori rispetto a chi lascia le stoviglie ad accumularsi nel lavandino, o a chi delega l'impellenza al partner o agli elettrodomestici. Va da sé comunque che, chiunque si approcci a tale dovere con spirito automatico, poco collaborativo e positivo, non trarrà mai alcun beneficio: occorre vedere questa buona abitudine non come un'imposizione, bensì come un momento utile per prendersi un po' di tempo e pensare, riflettere, ponderare gli eventi della propria esistenza.

Per giungere a questa conclusione, 51 studenti sono stati sottoposti alla seguente sperimentazione: lavare 18 stoviglie ciascuno. Il primo gruppo, tuttavia, si accingeva all'impellenza dopo aver letto un trattato sull'esperienza sensoriale che stavano per andare a sperimentare, mentre alla seconda categoria è toccato un saggio sui metodi migliori per pulire i piatti. Al termine dell'esperienza, tutti i partecipanti sono stati sottoposti ad un questionario riguardante ciò che avevano appena vissuto: a prescindere dal gruppo d'appartenenza, chiunque fosse riuscito ad approcciare il dovere con «meditazione» presentava livelli di stress molto minori, e l'impatto di sensazioni positive quali ad esempio l'ispirazione risultava nettamente più importante. Per coloro i quali, invece, hanno svolto il compito in modo automatico, i livelli di nervosismo erano più alti del 27%, a fronte di un deficit di ispirazione del 25% rispetto ai colleghi più meditabondi. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Florida State University, Mindfulness

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti