Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La chirurgia bariatrica e il rischio suicidio

di
Pubblicato il: 09-10-2015

Sanihelp.it -  Uno studio pubblicato sulla rivista JAMA Surgery e condotto presso il Sunnybrook Research Institute di Toronto ha evidenziato come i pazienti che subiscono un intervento di chirurgia bariatrica per ridurre il peso corporeo, negli anni successivi all’intervento sono particolarmente a rischio suicidio.

I ricercatori sono arrivati a queste conclusioni dopo aver analizzato i dati relativi a 8815 pazienti, seguiti nei tre anni precedenti e nei tre anni successivi all’intervento di chirurgia bariatrica.

La maggior parte dei tentati suicidi si sono verificati nel secondo o terzo anno seguente all’intervento chirurgico: il 93% dei tentati suicidi sono stati fatti da pazienti con una diagnosi di disturbo mentale fatta prima dell’intervento.

Secondo i ricercatori l’aumento dell’incidenza di suicidio è da ricercare nel diverso metabolismo dell’alcol dopo l’intervento, nel fatto che spesso si sostituiscono le abbuffate alimentari con l’abuso di sostanze come droghe e alcol, nel forte aumento dello stress e nei cambiamenti ormonali che possono predisporre allo sviluppo di depressione.

Prima di effettuare un intervento di chirurgia bariatrica i pazienti dovrebbero essere sottoposti a test di screening selettivi e le procedure chirurgiche dovrebbero essere riservate con cautela ai pazienti con disagio mentale. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
HealthDay News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti