Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ricette, trucchi e consigli

Bimbi: così imparano a mangiare le verdure (divertendosi)

di
Pubblicato il: 20-10-2015

Bimbi italiani in sovrappeso anche a causa del scarso consumo di vegetali. Come fargli amare la frutta? Puntando su giochi, colori, abbinamenti e... piccole porzioni.

Bimbi: così imparano a mangiare le verdure (divertendosi) © Thinstock

Sanihelp.it - Secondo il rapporto Okkio alla salute diffuso dal Ministero della salute, un genitore su 4 dichiara che i figli non consumano quotidianamente frutta o verdura che garantiscono l’assunzione di elementi fondamentali come vitamine, minerali e fibre che svolgono un'azione protettiva e antiossidante.

Preoccupa, secondo Coldiretti, il calo degli acquisti familiari di frutta e verdura delle famiglie che nel 2014 è sceso al di sotto dei 400 grammi per persona raccomandati dall'Organizzazione mondiale della sanità. Un segnale del diffondersi di stili alimentari sbagliati, che pongono l’Italia ai primi posti in Europa per sovrappeso e obesità infantile: oggi i bambini italiani in sovrappeso sono il 20,9% e quelli obesi il 9,8%. 

Il rapporto tra verdure e bambini è sempre piuttosto difficoltoso. Giocare con i colori componendo piatti variopinti è un ottimo modo per insegnare loro ad apprezzare questi cibi. I colori hanno un significato preciso: sono costituiti da pigmenti e principi nutritivi essenziali per l’integrità, il benessere e la salute dell’intero organismo.

Da dove cominciare? «Dai colori della bandiera Italiana - suggerisce Ester Giaquinto, membro del Comitato scientifico Acqua Panna e medico specialista in scienza dell’alimentazione - Il verde delle verdure a foglia è legato alla presenza di clorofilla, preziosa per la funzione antianemica e tonificante del cuore. Il bianco è associato ad un alto contenuto di vitamina C che si trova inbanana, mela e pera bianca, uva bianca, cetrioli, cipolla, cavolfiore e finocchi. Il rosso dei pomodori e dell’anguria è legato al licopene, utile per difenderci dai danni dei radicali liberi.

Le albicocche, il melone e le carote devono il colore giallo-arancio alla ricchezza di betacarotene, che l'organismo trasforma in vitamina A. Il viola dei mirtilli, dell’uva rossa, delle ciliegie e delle melanzane è tipico degli antociani, che hanno la proprietà di rinforzare e rendere più elastiche le pareti dei capillari, sono alleati di una migliore circolazione sanguigna e preziosi per favorire la prevenzione delle malattie cardiocircolatorie. Il giallo del mais dolce e di alcune varietà di zucchine indica la presenza di luteina e zeaxantina, efficaci anche per proteggere l’occhio da alcune malattie degenerative.

Da Cortilia, mercato agricolo online, arrivano alcuni consigli per rendere gli ortaggi più invitanti agli occhi dei più piccoli. Basta per esempio un po’ di ingegno nell’impiattamento per trasformare broccoli, zucchine e rape in un simpatico smile. E per chi vuole lasciar correre la fantasia, ci sono stecchini e coppapasta per creare fiori, stelle o cuoricini.

I bambini hanno bisogno di sentirsi coinvolti e motivati. Facciamoci aiutare nella preparazione delle pietanze, affidando loro i compiti più semplici e meno pericolosi: sgranare i piselli, infarinare le zucchine, mescolare mais e pomodori o disporre le verdure su una teglia... 

Spesso sono le grandi quantità a spaventare i bimbi: il segreto sta nel proporre porzioni piccole e con ingredienti variegati: due cavoletti, qualche fagiolino e alcuni pomodorini, per esempio. 

E poi puntiamo sul gioco: parte degli ingredienti impiegati per le ricette possono essere riutilizzati. Oltre alle patate tagliate a metà da cui ricavare i classici stampini, ci sono i gambi di sedano o i baccelli dei piselli da utilizzare come pennelli. E per i colori? Addio tempere e acquerelli, ci sono i colori naturali derivati dai cavoli rossi che, con l’aggiunta di limone o bicarbonato, diventano fucsia o blu intenso.

E se allegri impiattamenti, aneddoti sulla verdura o altri espedienti non dovessero funzionare, la verdura può essere frullata, passata, sminuzzata: più facile da mangiare, ma altrettanto nutriente. Patate, piselli e fagiolini sono la base per una delicata vellutata.

Molte verdure frullate si accoppiano infine perfettamente con la frutta, perché hanno un gusto neutro: provate a preparare un frullato a base di cetriolo, mele, fragole e arancia, con l’aggiunta di un goccio di miele. Un concentrato di vitamine e fibre per rendere più gustosa e sana la merenda. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ministero della salute, Coldiretti, Acqua Panna, Cortilia

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti