Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Correlazione tra IPB e disfunzione erettile

di
Pubblicato il: 29-10-2015
Correlazione tra IPB e disfunzione erettile © Thinstock

Sanihelp.it - Numerose evidenze scientifiche dimostrano la stretta relazione esistente tra ipertrofia prostatica benigna e problemi di disfunzione erettile.
Un’importante ricerca del 2003 (Cologne Male Survey) stima che la prevalenza dei sintomi del basso tratto urinario (LUTS) in uomini che soffrono di Disfunzione Erettile (DE) è pari al 72,2%, rispetto al 37.7% in uomini con una normale erezione. I risultati ottenuti dal Multinational Survey of the Aging Male (MSAM-7), indicano che i problemi di erezione sono molto più comuni negli uomini affetti da LUTS.
I cosiddetti LUTS, sintomi del basso tratto urinario, sono spesso causati da Ipertrofia Prostatica Benigna (IPB), una patologia che interessa tante più persone in percentuale sulla popolazione totale, quanto più si va avanti con gli anni.
Oggi in Italia l’IPB interessa:
- L’8% degli uomini tra i 31 e i 40 anni;
- il 50% degli uomini tra i 50 e i 60 anni;
- il 70% degli uomini tra i 60 e i 70 anni;
- il 90% degli uomini tra i 70 e gli 80 anni.

L’IPB è caratterizzata dall’aumento progressivo del volume della ghiandola prostatica e può determinare alterazioni del processo minzionale e compromissione dello svuotamento vescicale, cui consegue la comparsa di una serie di sintomi tipici correlati (LUTS) che variano dalla nicturia, alla frequenza urinaria ed urgenza, fino alla diminuzione del flusso, al flusso intermittente con svuotamento incompleto della vescica. 
Idiprost Gold, un integratore alimentare a base di Serenoa Repens, Crocus Sativus e Pinus massoniana, rappresenta la risposta ai problemi prostatici associati ad alterazioni della funzionalità sessuale.
Grazie alla sua formulazione 100% naturale, al costo contenuto, all’alto profilo dei suoi componenti e alla sicurezza di utilizzo, Idiprost Gold contribuisce a migliorare la sintomatologia urinaria e a ridurre il danno endoteliale, migliorando la vita sessuale del paziente e la qualità della vita in generale.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti