Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il 16% delle neomamme non allatta

Una piattaforma online per le mamme che (non) allattano

di
Pubblicato il: 03-11-2015

Perché alcune mamme non allattano? E perché altre smettono troppo presto? Una ricerca risponde a queste domande e offre un supporto... virtuale.

Una piattaforma online per le mamme che (non) allattano © Thinstock

Sanihelp.it - Quali sono le motivazioni che spingono le neo-mamme ad allattare? Lo svela un'indagine condotta da Laboratorio Adolescenza e SICuPP - Società Italiana delle Cure Primarie Pediatriche per Philips Avent. 

I benefici per la salute del bambino rappresentano il motivo principale, ma anche l’importanza del legame che si crea tra mamma e figlio assume un peso. Fattori come l’economicità o i benefici per la mamma sono, invece, meno indicati.

Per quanto l'allattamento sia un’esperienza ricca di dolcezza ed emozioni, molte donne incontrano alcune difficoltà: il momento più critico è il primo mese, tanto che il 6% delle mamme smette di allattare.

Ma è al secondo trimestre che si assiste a una decrescita più sensibile: infatti, da 0 a 3 mesi allatta il 75% delle donne, da 3 a 6 mesi si passa al 54%, mentre dopo il sesto mese solo il 45% delle mamme continua ad allattare.

Per il 37,7% al primo posto c’è il dolore nell'attaccare al seno il bambino dovuto a ragadi o altre infiammazioni, mentre per il 36,9% la difficoltà nel capire quanto latte ha assunto il bimbo. Per il 21% c’è la ripresa del lavoro, per il 19% il non poter contare su un aiuto e il non poter consentire ad altri di dare il latte al bambino.

Pochissime, solo il 2,4% dichiara di aver ricevuto pressioni dal partner affinché smettesse di allattare. Infine, alcune segnalano anche la sensazione di non sentirsi donne e la paura di incrinare il rapporto con il partner.

Nonostante alcuni ostacoli incontrati, il 33% delle mamme che ha già superato il 6° mese dichiara di avere come obiettivo di arrivare fino all'anno, mentre il 57% non si pone scadenze. Tra le mamme che sono tra zero e terzo mese, il 22% si pone come obiettivo l'anno, segno che l'ottimismo sulla capacità di continuare aumenta col prolungarsi dell'allattamento.

Il 16% afferma di non aver mai allattato: una percentuale nettamente maggiore di quella normalmente indicata dai reparti di maternità all'atto delle dimissioni di mamma e neonato. In generale, la mancanza di latte risulta la ragione principale che porta la mamma a non allattare o a smettere di farlo, ma tra chi non ha mai allattato il 16% dichiara di aver preso questa decisione per scelta individuale.

Il pediatra risulta essere l'interlocutore privilegiato a cui chiedere supporto, accanto ad altre figure professionali come l’ostetrica (per il 75) e le infermiere (60,7%). Il 35% si appoggia ai consigli di mamme e amiche, mentre il 40% cerca informazioni su Internet e il 33% su riviste e libri. Solo poco meno della metà delle donne ha, però, affermato di essere uscita dall'ospedale sentendosi preparata sull'allattamento al seno.

Per supportare le mamme, Philips Avent ha dunque pensato a un progetto chiamato A forma di mamma: una piattaforma online costituita da quattro sezioni. Il blog: un insieme di articoli di approfondimento sugli hot topics che focalizzano l’attenzione delle mamme. La sezione L’esperto risponde con il professor Arturo Giustardi, neonatologo ed esperto di medicina perinatale. Una parte dedicata ai contributi video, ricca di tutorial, interviste, curiosità e reportage. Il forum dove le mamme, una volta registratesi, possono creare un proprio profilo e scambiarsi informazioni, condividere esperienze. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Philips Avent

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti