Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nasce l'App per i malati di fibrosi cistica

di
Pubblicato il: 05-11-2015

Sanihelp.it - Migliorare il dialogo tra medici e malati, aumentare l’aderenza alla terapia e individuare precocemente le complicanze legate alla malattia. Da oggi è possibile grazie alla nuova applicazione FC4U – FreeCare4You, prima App di supporto per l’assistenza e il percorso di cura dei malati di fibrosi cistica afferenti all’Unità Specialistica Fibrosi Cistica dell’Adulto di Napoli.

L’applicazione è stata realizzata per informare i malati su terapie e supporti medici, monitorare la patologia e individuare più precocemente le possibili riacutizzazioni e complicanze cliniche.

Scaricabile gratuitamente dagli App Store e disponibile per smarthphone e tablet, l’App permette di restare sempre in contatto con il centro di riferimento, oltre a fornire informazioni e consigli utili. Contiene inoltre un diario personale per monitorare il decorso della malattia, ricordare appuntamenti e terapie, facilitando il coinvolgimento diretto, consapevole e attivo del malato nella comunicazione con il medico.

L’applicazione prevede la compilazione da parte del paziente di 3 brevi questionari - uno clinico, uno nutrizionistico e uno fisioterapico da inviare al Centro. FC4U è programmata in modo da generare un alert nel caso in cui i dati inseriti vengano considerati critici. L'auspicio degli autori è che l'applicazione possa nel breve futuro essere utilizzata da tutti gli adulti affetti da fibrosi cistica seguiti nei diversi Centri Italiani. 

Oltre allo sviluppo di questa applicazione, gli specialisti hanno attivato anche un programma di assistenza domiciliare per offrire ai malati educazione alla gestione dei trattamenti e alla fisioterapia respiratoria. 

La fibrosi cistica è una malattia ereditaria e cronica che colpisce particolarmente i polmoni e il sistema digerente: è la più frequente malattia genetica grave nella popolazione bianca, più del 50% dei malati è costituito da adulti. Circa il 3% della popolazione bianca è portatore del gene della FC. 

Circa 1 bambino su 2.500 nasce affetto da tale patologia, mentre i portatori sani sono circa 1 individuo su 25. Chi nasce con la malattia ha ereditato un gene difettoso (gene CFTR mutato) sia dal padre che dalla madre, che sono portatori sani (eterozigoti). Oggi grazie alle tecniche diagnostiche, alle nuove terapie farmacologiche e a un approccio multidisciplinare, la sopravvivenza dei malati più gravi aumenta di anno in anno.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
UniversitÓ degli studi di Napoli Federico II

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti