Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gravidanze gemellari

Giovanna Mezzogiorno e lo choc di due gemelli

di
Pubblicato il: 10-11-2015

L'attrice racconta le difficoltà affrontate in gravidanza e nei primi due anni di maternità e condanna l'atteggiamento delle colleghe che mettono in mostra figli e pancioni su Social e media.

Giovanna Mezzogiorno e lo choc di due gemelli © Web

Sanihelp.it - «I gemelli nessuno se li aspetta, anche se io ho gemellarità da parte di mia madre e di mio padre per cui il sospetto poteva venirmi. Quando te lo dicono hai proprio uno choc». Giovanna Mezzogiorno ha così raccontato la sua esperienza di mamma al pubblico di Expo in uno degli incontri organizzati dal Corriere della Sera. È diventata mamma il 26 agosto 2011 di due gemelli, Zeno e Leone, e ora a quattro anni di distanza ha rivelato come non sia stato tutto rose e fiori.  «È stata difficile, la maternità. Vissuta molto in solitudine perché non ho avuto aiuti. Come molti gemelli i miei figli sono nati prematuri, quindi sono stati in terapia intensiva neonatale a lungo. Lo prevede la legge. Poi sono venuti a casa ed è partito un cammino difficile».

Difficoltà che in realtà non sono mancate già durante la gestazione, quando  doveva «mangiare sei volte al giorno» per prendere 20 chili. «Piangevo in quei 7 mesi, non ce la facevo più» si è sfogata. «I bambini poi sono nati sottopeso come tutti i prematuri e lì è iniziato questo viaggio della nutrizione dei miei figli veramente faticoso. Mettere in pari quelle due bambole con i bimbi di peso normale ha richiesto estrema attenzione e grossa dedizione».

Giovanna sa benissimo di essere una privilegiata, ma questo non le ha impedito di farsi una domanda «Come si fa quando non si è in un ambiente tra virgolette privilegiato, ricco? Perché i gemelli nascono ovunque, in qualsiasi fascia sociale e Paese del mondo. E hanno tutti bisogno delle stesse cose». Quesito al quale, ha ammesso: «Non ho risposte da dare». 

Quel che è certo che non condivide l’atteggiamento di chi privilegiato come lei, cioè molte altre mamme famose, sfrutta, a suo dire, la gravidanza e i figli per aumentare la notorietà: «Provo orrore, ma veramente orrore furibondo per quella che da madre mi sento di definire la continua, quotidiana, martellante mercificazione del corpo e della maternità sia sui social network sia sulle copertine dei giornali. È una cosa disgustosa, i figli vengono considerati come uno status e usati per prendere punti. Questa mercificazione, della femminilità, del rapporto con i figli, questo usare i figli, è qualcosa che non posso più sopportare. Tenete i vostri ragazzi al riparo». 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Corriere della sera

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti