Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

La forma fisica? Si mantiene in compagnia e mangiando dolci

di
Pubblicato il: 17-11-2015

La vita da single e rinunciare ai dolci può contribuire ad ingrassare: due studi diversi insistono, ancora una volta, su quanto la psiche influenzi la forma fisica

La forma fisica? Si mantiene in compagnia e mangiando dolci © Thinstock

Sanihelp.it - Anche i dolci contribuiscono a farci rimanere in forma come pure vivere in compagnia e non da single è un altro fattore che contribuisce a mantenere nella norma il peso corporeo.

Uno studio australiano è andato a verificare se vivere da soli può influenzare in positivo o in negativo il peso corporeo: secondo gli studi disponibili i single, le persone che vivono da sole, sono sempre più numerose; solo in Australia si stima che il 23% della popolazione viva da sola.

A stare da soli non sono solo i giovani che non si sono ancora costruiti una famiglia, ma anche le persone anziane, complice la maggiore aspettativa di vita, si ritrovano sempre più spesso, anche per decenni a vivere da soli.

Secondo lo studio chi vive solo non ha alcuna motivazione o interesse a cucinare bene, non ha un partner che l’accompagni a fare la spesa, ha difficoltà a regolarsi con le porzioni per una sola persona e quindi ripiega su cibi precotti, magari in monoporzione, con il cibo da asporto dei fast food e non consuma frutta, verdura o pesce.

Il discorso si può, in effetti, facilmente estendere anche alle nostre latitudini, senza studi scientifici, ma semplicemente riflettendo un attimo: non solo i ragazzi, spesso molto maldestri in cucina, ma anche le persone anziane quando rimangono sole perdono ogni interesse verso la cucina e quindi mangiano male, con inevitabili ripercussioni in negativo sul peso corporeo.

La situazione non è affatto semplice e le soluzioni a un tale problema non sono  scontate: per fortuna uno studio americano addolcisce un po’ il boccone.

Uno studio sperimentale ha rivelato che il sapore dolce può aiutare a costituire una migliore memoria di quello che si è mangiato, aumentando così il controllo sulle abitudini alimentari.

Il sapore dolce, quando presente, aiuta a ricordare meglio il pasto che è stato fatto: se si conserva un ricordo piacevole di un pasto, si dovrebbe avere meno voglia di fare un nuovo pasto e secondo  gli studiosi, tenere sotto controllo il numero degli spuntini aiuta a tenere sotto controllo anche il peso corporeo. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Nutrition Review

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti