Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

A rischio peso e salute

Mini menù natalizi per i più piccoli

di
Pubblicato il: 22-12-2015

I consigli dell'esperta per evitare che a Natale i piccoli esagerino con le trasgressioni. E due menù apposta per loro che mettono d'accordo gusto e salute.

Mini menù natalizi per i più piccoli © Thinstock

Sanihelp.it - A tavola, Natale è un periodo a rischio non solo per i grandi, ma anche per i bambini. La dottoressa Silvia Scaglioni, pediatra esperta in nutrizione del bambino, propone alcuni consigli e alcuni menù tipo sani e adatti ai più piccini.

«Il bambino non è un piccolo adulto - spiega la pediatra - Pertanto è bene adattare il menù natalizio alle sue esigenze, creandone uno specifico per lui. Piccolo segreto per far imparare al bambino una dieta varia ed equilibrata è sorprenderlo, solleticando la sua curiosità e la sua fantasia o coinvolgendo i più grandicelli nella preparazione dei piatti. 

In vacanza si ha molto più tempo: è bene approfittarne per impostare buone abitudini, dedicando il giusto tempo alla colazione. Dopo l’anno, in assenza di latte materno, il latte di crescita rappresenta una valida soluzione; meglio evitare il latte vaccino nel primo anno e, secondo alcuni esperti, meglio posticiparlo dopo il secondo, perché troppo ricco di proteine e povero di ferro.

La tradizione natalizia è da sempre ricca di dolci come panettone, pandoro, cioccolato, attraenti anche per i bambini. Qualche concessione è consentita, tuttavia si possono proporre dei dolci alternativi, per esempio torte con ridotte quantità di zucchero e fatte con prodotti specifici per il bambino.

Ottimi ingredienti possono essere gli omogeneizzati con i soli zuccheri della frutta: è importante non eccedere con le quantità di zucchero per evitare di influenzare le loro preferenze di gusto, considerando che i bambini hanno già una predisposizione naturale per il dolce.

Le feste di Natale sono un’occasione per far capire quanto sia importante dedicare ai pasti il giusto tempo. Ogni pasto ha infatti un valore nutrizionale ma anche un valore di condivisione e convivialità, che il bambino deve imparare a cogliere sin dai primi anni di vita».  

Cosa mettere in tavola? Ecco due esempi di menù natalizi per i più piccoli. A pranzo, riso con salmone e crema di broccoli (ingredienti: un omogeneizzato di salmone senza sale aggiunto, due cucchiai di riso, broccoli, olio extra vergine di oliva) e mezzo omogeneizzato banana e kiwi. 

Merenda: frullato con mezza banana e un omoegeneizzato di pera, 100 ml di latte crescita. Servire in un bicchiere colorato con la cannuccia e delle fettine di frutta a decoro del bicchiere, dopo averlo fatto riposare qualche minuto.

E per cena, pappa cremosa! Si prepara con due cucchiai di crema di mais e tapioca, mezzo omogeneizzato di manzo senza sale aggiunto, 30 g di cavolfiore e brodo vegetale. Dessert: cheese cake morbida al bicchiere. Per una monoporzione: 2 biscotti specifici per il bambino, 20 g di ricottina fresca di mucca, mezza pesca, 1 cucchiaino di miele (dopo l’anno), 1 cucchiaio di latte crescita, 1 cucchiaio di omogeneizzato di frutta.

Tagliate la pesca a pezzettini e frullatela con la ricotta, il miele e il latte crescita, fino a ottenere una mousse cremosa. Tritate finemente i biscotti e posizionateli sul fondo di un bicchiere trasparente di plastica dura. Versate subito sopra la mousse e decoratela in superficie: usate l’omogeneizzato di frutta per realizzare una stellina o un disegno natalizio, aiutandovi con una forchetta.

Secondo menù: per pranzo, pastina rosa (due cucchiai di pastina per l'infanzia, mezzo vasetto di omogeneizzato di filetto di salmone con verdure, 30 grammi di zucca gialla, brodo vegetale) e metà omogeneizzato di pera.

Passate al passaverdura la zucca gialla lessata o cotta al vapore. Cuocete la pastina nel brodo e, quando cotta, unite una parte della crema di zucca e aggiungete l’omogeneizzato di salmone. Mescolate bene e condite con un cucchiaino di olio extra vergine di oliva a crudo.

Si suggerisce di non utilizzare l’intera porzione di zucca (30 g) per la ricetta ma di offrirne una parte separatamente: è importante infatti far sempre assaggiare le singole verdure ai bambini, per abituarli progressivamente a sapori diversi. Per ultimo, metà omogeneizzato di pera.

Cena: semolino colorato (con 25 g di semolino, 40 g omogeneizzato di formaggino, 30 g di carota, 200 ml di brodo vegetale, un cucchiaino di olio extra vergine di oliva). Dessert: budino con tapioca. Ingredienti: 3 cucchiai di crema di mais e tapioca, 1 cucchiaino di miele (dopo l’anno), 100 ml di latte crescita, 1 biscotto, frutta a pezzetti. Mescolate la crema di mais e tapioca con il biscotto sbriciolato e il miele. Aggiungete a filo il latte caldo e mescolate bene. Versate nelle coppette e aspettate che raffreddi. Potete decorarlo con banane o frutta a piacere! 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti