Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

HIV

Charlie Sheen ricattato perché sieropositivo

di
Pubblicato il: 09-12-2015

Per questo l'attore avrebbe deciso di rivelare la sua condizione solo ora, a distanza di quattro anni dalla diagnosi.

Charlie Sheen ricattato perché sieropositivo © Web

Sanihelp.it - Dopo alcune settimane in cui circolavano insistenti voci sulla sieropositività di una non meglio identificata star hollywoodiana, l’attore statunitense Charlie Sheen, famoso per aver recitato in film come Platoon e Spin City, ha scelto di uscire allo scoperto. Ha così rivelato di avere l’HIV. Una confessione data, a suo dire, per tentare di mettere fine a una campagna diffamatoria e anche a una serie di tentativi di estorsione.

«É difficile assorbire la botta di queste tre lettere. Questo è un punto di svolta nella vita di un uomo» così ha dichiarato, nell'intervista esclusiva alla trasmissione Today della Nbc. «Tutto è iniziato con fortissimi mal di testa, tanto che pensavo di avere un tumore al cervello. Ho pensato che fosse tutto finito». La diagnosi risale a circa quattro anni fa, anche se lo stesso Sheen dichiara di non sapere come abbia contratto il virus. A suo sfavore ha probabilmente giocato anche la vita dissoluta – divisa tra tossicodipendenza, pornografia e prostituzione - degli ultimi anni, che lo ha portato alla ribalta della cronaca più per le notizie scandalistiche che per la sua attività artistica: nel 2011 è stato licenziato e allontanato dal set della sit-com di successo Due uomini e mezzo di cui era protagonista.

Sheen ha assicurato di non aver mai taciuto la sua condizione a persone di fiducia, le stesse però che sembrano aver chiesto un prezzo sempre più alto per il loro silenzio: sarebbe arrivato a sborsare almeno 10 milioni di dollari per evitare denunce. «Devo porre fine a questo assalto, a questa raffica di attacchi, di mezze verità e storie dannose sul mio conto secondo le quali avrei messo a rischio la salute di tante persone. Storie che non potrebbero essere più lontane dalla verità» ha anche ribadito, dichiarando di aver avvertito tutti i partner della sua condizione e di aver avuto rapporti non protetti solo con due persone da quando ha saputo di essere sieropositivo e che entrambe, informate prima del suo stato, sono state monitorate dal suo medico.

Intanto, però subito dopo la sua intervista-rivelazione, è già partita una denuncia, quella della 26enne Scottine Ross, attrice pornografica sua fidanzata per un anno, che lo accusa di avergli inflitto violenze e stress emotivo e di aver avuto con lei rapporti sessuali almeno cinque volte prima di rivelarle di essere sieropositivo. Secondo la giovane, lui l’avrebbe anche costretta ad abortire quando era rimasta incinta, nel 2014.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Agi, Adnkronos

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.67 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti