Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Campagne

Siffredi raccoglie firme per l'educazione sessuale a scuola

di
Pubblicato il: 22-12-2015

L'attore ha lanciato una petizione e si propone come testimonial, perché non si può apprendere il sesso attraverso la pornografia. E se lo dice lui...

Siffredi raccoglie firme per l'educazione sessuale a scuola © Web

Sanihelp.it - «La pornografia dovrebbe essere intrattenimento, ma in mancanza di alternative è diventata uno strumento di apprendimento, soprattutto tra i giovani. Secondo voi è normale?» a sollevare il quesito è uno che di porno se ne intende, Rocco Siffredi, che ha deciso in queste ore di lanciare una petizione su Change.org con l’obiettivo di chiedere l’introduzione dell’educazione sessuale nel programma di studi delle scuole italiane.

«L’educazione sessuale è obbligatoria in tutti i paesi dell’Unione tranne che in Italia, Bulgaria, Cipro, Lituania, Polonia, Romania e Regno Unito. In Italia contiamo decenni di proposte sull’educazione sessuale e nessuna legge. Non esiste una legge, dunque, nonostante ci sia richiesta di formazione» scrive nell’appello online l’attore e regista, che ricorda quanto il sesso sia ancora un tabù nel nostro Paese. «Molti avrebbero bisogno di parlarne, aprirsi, essere ascoltati e ricevere risposte. Tanti giovani avrebbero voglia di soddisfare le proprie curiosità ma non sanno a chi rivolgersi».

La sua non è solo una provocazione. Anzi, il protagonista di quasi 2000 film porno girati da attore e 450 da regista, si mette a disposizione in prima persona come testimonial: « Ci metto la faccia e l'esperienza, offro la mia completa disponibilità a visitare le scuole italiane e a farmi promotore in prima persona di questa iniziativa» dichiara. «Faccio il mio lavoro da 30 anni e ho acquisito abbastanza esperienza per assicurare che quello che faccio io non è educazione sessuale, bensì altro, pornografia appunto».

La petizione di Siffredi ha già raccolto in poche ore oltre 6000 firme. Chissà se l’appello verrà raccolto anche dal destinatario, cioè il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Change.org

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.33 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:
Promozioni:

Commenti