Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Fibrillazione atriale sotto controllo con lo studio GISSI-AF

di
Pubblicato il: 21-03-2005
Sanihelp.it - La fibrillazione atriale è un’anomalia del ritmo cardiaco la cui frequenza aumenta con il crescere dell'età. Al mondo ne soffrono più di 5 milioni di persone, di cui 500.000 in Italia, dove si registrano 60.000 nuovi casi all’anno.

Sebbene i trattamenti farmacologici o elettrici attualmente disponibili siano in grado di ripristinare il ritmo normale del cuore (sinusale), le probabilità di recidive sono molto elevate; per questo è nato lo studio GISSI-AF, il più ampio dedicato alla fibrillazione atriale, condotto dal gruppo costituito dall’ANMCO e dall’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano.

«L’obiettivo primario dello studio», spiega Marcello Disertori, Principal Investigator del Centro Coordinatore e Chairman dello Steering Committee, «è quello di verificare se l’aggiunta di un farmaco appartenente alla classe dei sartani (valsartan) prevenga l’insorgenza di fibrillazione atriale in pazienti affetti da altre malattie cardiovascolari e che sono già in trattamento con le terapie raccomandate».

Il GISSI-AF coinvolgerà più di 140 Centri Cardiologici italiani e 1400 pazienti, per la durata di 12 mesi.
I pazienti avranno a disposizione uno strumento per registrare l’elettrocardiogramma in ogni momento della giornata, così da consentire un monitoraggio ancora più completo dell’aritmia.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti