Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ringiovanire le mani: i trattamenti estetici

di
Pubblicato il: 22-02-2016
Ringiovanire le mani: i trattamenti estetici © Thinkstock

Sanihelp.it - Specchio della giovinezza, le mani sono una delle parti del corpo più esposte e visibili, cartina tornasole difficilmente ingannabile della vera età. Ecco perché, così come viso e decolleté, è importante prendersene cura con attenzione, contrastando la perdita di compattezza dei tessuti, macchie senili ed evidenza di tessuti profondi quali tendini e muscoli, conseguenze del naturale processo di invecchiamento.

«Uno dei problemi più frequenti, dal punto di vista estetico, dell'invecchiamento delle mani è costituito dell'eccesso di melanina che provoca la formazione di macchie cutanee per la distribuzione del pigmento – spiega il professor Alfredo Borriello, primario di Chirurgia Plastica dell'ospedale Pellegrini di Napoli – In questo caso è possibile intervenire facilmente grazie a due differenti tipologie di laserterapia, entrambe non invasive, dove un fascio di luce attraversa la cute per colpire le singole macchie in profondità ed eliminarle nel giro di un paio di sedute: la luce pulsata e il laser Q Switched».

Un altro difetto estetico è rappresentato dalla perdita di elasticità della pelle, che fa si che le mani subiscano un sorta di scheletrizzazione: lo spessore dello strato sottocutaneo a causa dell’età si riduce, evidenziando vene e tendini.

«Anche in questo caso la medicina estetica può essere un valido alleato - conferma Borriello - Estremamente efficace è il lipofilling, una tecnica che prevede prelievi attraverso microcannule di tessuto adiposo da altre parti del corpo: il materiale ottenuto viene immediatamente processato e inserito con apposite siringhe nel dorso delle mani, che riacquisteranno elasticità e pienezza dopo pochi giorni. Ugualmente utili anche i filler di idrossiapatite di calcio

Un ulteriore aiuto al miglioramento estetico è il fotoringiovanimento CO2 frazionato, procedura eseguita in day hospital e anestesia locale che consente una ripresa immediata delle attività. Il trattamento laser dura 15 minuti e agisce immediatamente su macchie e alterazioni vascolari, mentre l'effetto del fotoringiovanimento richiede alcune settimane per completarsi», conclude Borriello.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
professor Alfredo Borriello, primario di Chirurgia Plastica dell'ospedale Pellegrini di Napoli

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti