Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Allergie primaverili: sintomi diversi per lui e per lei

di
Pubblicato il: 22-03-2016
Allergie primaverili: sintomi diversi per lui e per lei © Thinkstock

Sanihelp.it - Quasi un italiano su cinque (18,3%) fa i conti con allergie respiratorie e raffreddore da fieno con l’arrivo delle belle giornate. Più colpita la popolazione residente al Nord, a seguire Centro Italia, Isole e Meridione. Per quasi una persona su tre il momento peggiore è la mattina, mentre il 14,8% accusa di più il problema durante la notte. Il 16% dichiara che i sintomi non danno tregua per tutto il giorno.

Sono i risultati del sondaggio compiuto da Assosalute (Associazione nazionale farmaci di automedicazione) sui sintomi delle allergie negli uomini e nelle donne. Oltre la metà delle donne (56,8%) trova irritante il prurito oculare, contro il 42,7% dei maschi. Per più di un uomo su due (57,5%), invece, gli starnuti sono insopportabili, contro il 49,6% delle donne. Molto fastidioso per entrambi è il gocciolamento nasale.

Secondo le statistiche, la rinite allergica interessa dal 15 al 25% della popolazione, ovvero 4 italiani su 10. Si stima che nell’ultimo decennio la popolazione allergica abbia subito un incremento massivo annuale del 5%.

Lo studio ha evidenziato che l’umore degli uomini colpiti dal fenomeno peggiora più facilmente rispetto a quello delle donne: un maschio su 3 è di cattivo umore, contro una donna su 4. I maschi accusano più difficoltà a concentrarsi (25% vs 13,9%) e quasi il 12% rinuncia all’attività sportiva (contro il 2,4% delle donne). Le donne, invece, limitano i rapporti sociali, preferendo chiudersi in casa per non stare all’aria aperta (27,2% vs 19,7%). Il 10,2% dei maschi invece non apre le finestre... 

La survey ha rilevato come i farmaci da banco siano il rimedio più utilizzato: un italiano su tre, indipendentemente dal sesso, per combattere le allergie assume farmaci di automedicazione, facendone ricorso nel 33,7%. 

Il 34,8% degli uomini si dichiara più propenso ad ascoltare i consigli del farmacista e del medico, rispetto al 20,7% delle donne che sembrano gestire i disturbi con autonomia. In un caso su 5 gli italiani tendono a non fare nulla e ad aspettare che i sintomi passino. Le donne più degli uomini (23,9%) si limitano a sopportare i fastidi.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Assosalute (Associazione nazionale farmaci di automedicazione)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti