Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Donne

Boom di re-vagination

di
Pubblicato il: 22-03-2016

Il 29% delle over 40 italiane vuole riconquistare l'intimità perduta grazie al laser. Le più sensibili alla nuova tendenza sono manager e impiegate.

Boom di re-vagination © Thinkstock

Sanihelp.it - Rigenerare la femminilità nel suo aspetto più intimo: questo l’obiettivo degli interventi di re-vagination, trattamenti laser del canale vaginale che puntano a migliorare la funzionalità, il benessere e l’aspetto estetico delle proprie parti intime.

Secondo uno studio condotto da Quanta System Observatory su circa 1500 italiane di età compresa tra i 18 e i 65 anni, attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate, oltre che su 70 testate internazionali, per scoprire quali sono le ultime tendenze del momento nel campo della chirurgia e della medicina estetica, tra le prime posizioni degli interventi desiderati spiccano proprio quelli alle parti intime (29%), per motivazioni sia di natura medica (67%) sia di natura psicologica (59%) e principalmente per sentirsi meglio, più seducenti e femminili (77%) e per riaccendere il feeling sensuale con il proprio partner (72%).

«Sempre più donne si affidano al trattamento vaginale, solo nel 2012 in Italia c’è stato un incremento del 24% e il trend è in costante aumento» afferma lo specialista in chirurgia plastica Paolo Mezzana, responsabile dell’ambulatorio di dermatologia oncologica dell’USI Marco Polo di Roma. «I trattamenti laser del canale vaginale vengono richiesti principalmente da donne tra i 45 e i 55 anni che spesso hanno avuto gravidanze multiple o sono entrate in menopausa. Sono generalmente donne di alto livello culturale, impegnate professionalmente e con famiglia». Lo conferma anche lo studio, che evidenza come le più sensibili a questa tendenza siano manager e impiegate (60%), nella fascia tra i 40 e i 60 anni (75%), al nord Italia soprattutto Milanesi (25%), al centro Romane (17%) e al sud Napoletane (13%).

Il trattamento è indicato in particolare in caso di atrofia vaginale, causata anche dal sopraggiungere della menopausa, cioè la perdita del naturale spessore del collagene del tessuto vaginale. «Migliora la qualità dei tessuti e concede alle donne uno stato di benessere esteso anche alla vita sessuale nella terza età» continua l’esperto. «La stimolazione laser della mucosa endovaginale migliora l'atrofia cellulare inducendo il tessuto a richiamare acqua e a produrre nuovo collagene. I miglioramenti riguardano anche l’incontinenza urinaria di tipo lieve, uno dei problemi più invalidanti socialmente. I feedback delle pazienti sono molto positivi, e testimoniano un aumento del benessere, della qualità dei rapporti sessuali e dell’autostima». In genere sono sufficienti quattro sedute, a 30-60 giorni l’una dall’altra, e 1-2 annuali di mantenimento.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
comunicato stampa Quanta System

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.25 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:
Promozioni:

Commenti