Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Farmaci: con le regole del WTO in pericolo milioni di persone

di
Pubblicato il: 29-03-2005
Sanihelp.it - Strano il mondo, in Italia e nei paesi cosiddetti industrializzati, dove non ci sono grossi problemi di accesso ai farmaci, si promuove l’utilizzo dei generici perché fanno risparmiare. In paesi meno sviluppati dove il livello dello stato di salute generale è sicuramente minore e dove il tenore di vita economico indurrebbe a politiche di risparmio farmaceutico i generici vengono proibiti.

È successo in India che per adeguarsi alle norme internazionali decise all'interno della World Trade Organization (WTO) è stata approvata una legge che vieta la produzione di copia dei farmaci protetti da brevetti.

Il problema è che tra questi medicinali coperti da brevetto ci sono anche quelli salvavita che combattono il virus dell'HIV. I costi altissimi di questi farmaci hanno spinto paesi come India, Brasile, Thailandia e Cina a produrre dei farmaci generici equivalenti così da permettere il loro accesso alle popolazioni più povere.

Se poi consideriamo che l’India ha giocato un ruolo essenziale nella produzione di farmaci generici di qualità ed economici da esportare nei Paesi in via di sviluppo capiamo che l’approvazione di questa legge può portare a situazioni gravissime per milioni di persone.

«Purtroppo», spiega Ellen T’Hoen responsabile legale della campagna per l’accesso ai farmaci di Medici senza frontiere, «la nuova legge indiana non fa pieno uso delle clausole di salvaguardia previste dallo stesso WTO per alleviare almeno in parte gli effetti negativi dell’introduzione dei brevetti a tutela della salute pubblica».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti