Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gelosa alla follia: ma la colpa è di una cisti al cervello

di
Pubblicato il: 07-04-2016
Gelosa alla follia: ma la colpa è di una cisti al cervello © Thinkstock

Sanihelp.it - Siete gelosi alla follia? Credete che il vostro partner abbia un amante? Frugate in tutti i cassetti in cerca delle prove? Ebbene fate attenzione: vero che a pensar male si fa peccato ma molto spesso ci si prende, però la paranoia potrebbe al contrario essere un sintomo, la spia di un problema di salute. Una donna di 43 anni di Istanbul, il cui nome non è stato rivelato per la privacy, era convinta che il marito avesse una relazione extraconiugale: questo pensiero l'ha portata a sperimentare settimane e settimane di insonnia. Tuttavia, il problema non era il coniuge, bensì una rarissima cisti cresciuta all'interno del suo cervello, per l'esattezza all'altezza del lobo frontale destro, quello che controlla la nostra personalità e l'abilità di comunicare: è responsabile tra le altre cose della capacità di memoria, di giudizio e d'espressione emozionale.

Per questo motivo il rigonfiamento ha portato la donna a comportamenti psicotici: il marito, per una volta, non c'entrava niente, o quanto meno ha avuto una bella fortuna. Chi ha avuto meno fortuna è proprio la donna, sposata da vent'anni con una figlia, anch'essa fonte di stress: a causa dei cattivi voti, i genitori hanno dovuto spostare la bambina in un'altra scuola. Contestualmente, la quarantatreenne turca ha cominciato a nutrire dei sospetti nei confronti del partner: secondo quanto descritto dai medici che l'hanno avuta in cura alla rivista specializzata BMJ Case Reports, la paziente ha iniziato a frugare tra gli oggetti personali del marito e a controllarne il telefono cellulare, in un'autentica spirale di paranoia che l'ha portata anche a soffrire di insonnia e di profonda irritabilità.

Convinta ad andare in ospedale per capire la natura del problema, i dottori del Dipartimento di Neurologia della Uskudar University hanno inizialmente riscontrato una semplice deficienza di ferro. Tuttavia, esami più approfonditi hanno evidenziato la presenza di una cisti poroencefalica sul lato frontale destro del cervello, ragione alla base del cambio di personalità riscontrato da amici e famigliari, cambio di personalità che al contrario non risultava alla donna stessa. Non si conosce l'origine di questo rigonfiamento: può succedere a causa di un colpo alla testa, di un virus, di un'infezione o addirittura essere in realtà presente sin dalla nascita. Dopo varie consulenze per decidere il da farsi, i medici hanno preferito evitare l'intervento chirurgico, e hanno trattato la donna con antipsicotici. I suoi comportamenti ora sembrano essersi normalizzati: tuttavia, i dottori non hanno rivelato se il matrimonio sia rimasto in piedi.  



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
BMJ Case Reports, Uskudar University

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti