Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Per dimagrire, più latticini e meno carboidrati a colazione

di
Pubblicato il: 08-04-2016
Per dimagrire, più latticini e meno carboidrati a colazione © Thinkstock

Sanihelp.it - È cosa risaputa che la colazione rivesta un'importanza fondamentale, in quanto primo pasto della giornata: dev'essere in grado di darci le energie necessarie ad affrontare le successive ore ed essere facilmente digeribile, perché una partenza con la zavorra non può essere sprint. Per questo motivo, è assolutamente intuitivo come chi vuole perdere peso debba concentrare le sue attenzioni in modo particolare su cosa assume la mattina. Secondo i ricercatori della Tel Aviv University, chiunque voglia dimagrire deve limitare i carboidrati a colazione, preferendo un pasto ricco di proteine latto-casearie, derivanti da alimenti quali per esempio lo yogurt.

Dunque nessun sacrificio, come quello di saltare il pasto, abitudine spesso adottata da chi vuol perdere peso ma profondamente sbagliata: occorre solo un po' d'attenzione nel limitare la quantità di carboidrati assunti. Per giungere a questa conclusione, i ricercatori israeliani hanno suddiviso i partecipanti all'esperimento da loro promosso in tre categorie: ai primi veniva somministrata la tipica colazione ricca di carboidrati; ai secondi un pasto a base di soia, tonno e uova; ai terzi, una colazione abbondante di alimenti latto-caseari. Non solo quest'ultimo è stato il gruppo che, nell'arco delle 12 settimane di studio, ha sperimentato una perdita di peso più veloce, ma gli esperti hanno anche notato che l'abitudine di assumere yogurt greco, o latte, la mattina, contribuiva a sopprimere la grelina, composto noto come ormone della fame.

Un ulteriore vantaggio di una colazione ricca di prodotti latto-caseari era quello di indurre un minor numero di picchi glicemici nel sangue dopo i pasti: un fattore non trascurabile anch'esso, poiché le oscillazioni dei livelli di glucosio determinano una serie di effetti collaterali, tra cui forte desiderio di zuccheri, spossatezza e difficoltà di concentrazione. Dunque, anche a livello di performance lavorative, un pasto ricco di questi tipi di prodotti la mattina dava una marcia in più a chi l'assumeva.  

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Tel Aviv University

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti