Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Demenze: 1 milione di italiani malati, al via nuovo progetto

di
Pubblicato il: 20-04-2016

Sanihelp.it - ll progressivo invecchiamento della popolazione ha comportato un sensibile aumento dei disturbi cognitivo-comportamentali di natura neurodegenerativa, destinati ad acquisire in futuro sempre più rilevanza.

L’Italia è uno dei Paesi con la più alta percentuale di over 65: se ne contano oltre 13 milioni, secondo i dati Istat 2015, pari al 21,7% della popolazione totale. Tra le sindromi psichiatriche più comuni vi sono le demenze, che colpiscono un milione di italiani (600mila con morbo di Alzheimer), hanno una prevalenza del 5-8% negli over 65 e, in circa il 15-25% dei casi, possono associarsi a depressione. 

Nella presa in carico del malato, dal riconoscimento dei primi sintomi al trattamento a lungo termine, il medico di famiglia è una figura cruciale: il Piano Nazionale Demenze è un'iniziativa dell'Associazione italiana di psicogeriatria mirata a educarlo a un corretto approccio diagnostico-terapeutico e renderlo consapevole del suo ruolo centrale nella rete integrata dei servizi.

Le demenze sono sindromi cerebrali degenerative che colpiscono la memoria, il pensiero, il comportamento e la capacità di svolgere le attività quotidiane. Il carattere progressivo rende necessaria una diagnosi tempestiva, che consenta di attivare interventi farmacologici e psicosociali, volti a rallentare l’evoluzione della malattia e contenerne i disturbi specifici.

Non fanno parte del normale processo di invecchiamento, ma sono malattie da affrontare con determinazione, combattendo lo stigma e il fatalismo ancora presenti nelle famiglie, nella società e talvolta tra gli stessi operatori sanitari.

Partendo da queste considerazioni, il 30 ottobre 2014 la Conferenza unificata ha approvato l’accordo tra Governo, Regioni e Province autonome sul Piano Nazionale Demenze che, puntando a una gestione integrata e multidisciplinare, intende fornire indicazioni strategiche per migliorare e uniformare la qualità dell’assistenza erogata in Italia: dalle terapie specialistiche al sostegno e all'accompagnamento del malato e dei caregiver, durante tutto il percorso di cura.

Per questo motivo, l’Associazione Italiana Psicogeriatria intende dar vita a un’intensa attività formativa, volta a far conoscere il piano ai medici di medicina generale. Il loro ruolo è fondamentale per riconoscere precocemente i sintomi, portare la famiglia alla coscienza del bisogno di un intervento, intercettare i casi da avviare ai Centri specialistici e supportare l’assistito e i suoi familiari lungo tutta la storia naturale della malattia, in un percorso condiviso con lo specialista.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Associazione italiana psicogeriatria

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti