Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Mamme italiane: quante ansie in tema di alimentazione!

di
Pubblicato il: 26-04-2016

4 su 10 sono in ansia perchè pensano di non fornire pasti adeguati ai propri bambini e solo 2 su 10 ritengono di mettere in tavola tutti i nutrienti che occorrono per crescere bene

Mamme italiane: quante ansie in tema di alimentazione! © Thinkstock

Sanihelp.it - Cucinare il pranzo e la cena, badare che la colazione sia abbondante ed equilibrata, che gli spuntini siano solo due e che i bambini non mangiucchino senza soluzione di continuità per tutto il pomeriggio: per le mamme le preoccupazioni in fatto di alimentazione dei figli sono davvero tante!

Lo rivela un sondaggio Doxa-Unitalia che ha anche chiarito come le mamme italiane siano atterrite dal fatto di non riuscire a far consumare ai propri figli  una quantità sufficiente di frutta e verdura (questo è un cruccio per ben il 55% delle intervistate).

La vita frenetica e il pochissimo tempo che si riesce a dedicare alla spesa e alla cucina aumenta il rischio di portare in tavola sempre gli stessi piatti, di non riuscire a variegare le scelte e ripiegare molto più di quanto si dovrebbe su salumi e formaggio, alimenti che non dovrebbero comparire sulla tavola più di una o due volte a settimana.

Altro errore comune è quello di servire solo carne o proporla pochissimo e non alternarla con il pesce, spesso poco gradito dai più piccoli: in realtà, durante, la settimana bisognerebbe proporre 3 volte la carne, 3 volte il pesce, 3 volte i legumi e 1 o 2 volte le uova.

Molte mamme pensano erroneamente, che i legumi siano un contorno mentre rappresentano un importante fonte proteica che sostituisce la carne o il pesce.

Per quanto riguarda la carne è importante che i bambini ne consumino, ma meglio prediligere quelle bianche e preferire metodi di cottura che non prevedano l’utilizzo di troppi condimenti per questo via libera alla cottura al cartoccio, al forno e al vapore. 

Un’altra regola importante da rispettare è quella di cercare di non abbinare mai pasta, pane e patate: meglio proporli separatamente.

Meglio quindi far pranzare i bambini con pasta, riso o cereali e a cena proporre un piatto di patate o del pane, non trascurando di servire anche pane e pasta integrali.

Per quanto riguarda la frutta e la verdura è bene non imporle per forza, ma insegnare ai bambini a comprarle al supermercato (meglio ancora per chi può a coltivarle e raccoglierle), scegliendole magari per il loro bel colore e cucinarle, proprio insieme a loro  realizzando piatti colorati e allegri; solo così potranno imparare ad amare anche frutta e verdura.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione- Comunicato Stampa

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti