Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nasce l'App che geolocalizza le zanzare

di
Pubblicato il: 10-05-2016
Nasce l'App che geolocalizza le zanzare © Thinkstock

Sanihelp.it - Torna la primavera e con essa l’allarme zanzare, quest’anno reso ancora più acceso dal virus Zika. Dopo l’allarme lanciato dall’Organizzazione mondiale della sanità, è importante creare uno strumento che permetta di tenere sotto controllo la situazione. Da qui l'idea, dell'équipe del laboratorio Social Dynamics del dipartimento di fisica e del gruppo di Medical Entomology del dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive della Sapienza, di creare un'App per monitorare il problema. 

Si chiama ZanzaMapp ed è un'App multipiattaforma Android, iOS, Windows Phone (ma anche browser su computer) che consente di raccogliere le segnalazioni degli utenti, da incrociare con i dati rilevati dagli studiosi del settore grazie a trappole entomologiche. La rete di rilevazione potrà essere arricchita con i dati degli enti territoriali, per i quali ancora non esiste una banca dati condivisa né un coordinamento nazionale.

ZanzaMapp potrà associare alle rilevazioni entomologiche il dato sulla percezione del fastidio determinato dalle zanzare, mettendo a disposizione in tempo reale una heatmap delle zone più infestate, anche per l’ottimizzazione degli interventi di controllo da parte delle amministrazioni. L’interfaccia consente di segnalare facilmente il numero di zanzare rilevate, il punto geografico della rilevazione, l'orario ed eventualmente di inviare una fotografia per l’identificazione della specie. 

I virus esotici, come il dengue, il chikungunya e lo zika, possono essere importati in Italia nel sangue di viaggiatori provenienti da aree tropicali endemiche: se i soggetti colpiti sono punti da alcune specie di zanzare presenti sul nostro territorio, prima fra tutte la zanzara tigre, possono trasmettere i virus alle zanzare stesse, che dopo pochi giorni possono essere a loro volta in grado di trasmetterli a un’altra persona tramite una nuova puntura. Che il rischio di trasmissione di questi virus in Europa sia concreto da anni è dimostrato dall’epidemia del virus Chikungunya avvenuta in Emilia Romagna nel 2007 e da recenti casi di trasmissione autoctona di Dengue in Francia e Croazia.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
UniversitÓ La Sapienza di Roma

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti