Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Zuccheri, italiani promossi: pochi dolci, meglio la frutta

di
Pubblicato il: 11-05-2016
Zuccheri, italiani promossi: pochi dolci, meglio la frutta © Thinkstock

Sanihelp.it - Zuccheri assolti dall'accusa di far ingrassare, italiani promossi sul fronte dei consumi. È quanto emerge dallo studio Liz (Liquidi e Zuccheri) condotto con 200 medici di famiglia, in collaborazione tra Simg (Società italiana di Medicina Generale) e Nfi (Nutrition Foundation of Italy). 

In entrambi i sessi, la modalità di assunzione è ben distribuita tra zuccheri presenti naturalmente negli alimenti (frutta, latte, yogurt), quelli di cibi o bevande confezionati e quelli aggiunti per dolcificare (bevande calde, spremute). ŸIn media, la popolazione esaminata non ha ecceduto i livelli di assunzione indicati dai LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana– revisione 2014) e dalle linee guida OMS.

Per esempio, l’85% degli uomini assume meno zuccheri della quota limite indicata dai LARN e così il 76% delle donne. Ben il 94% degli uomini e delle donne è al di sotto della soglia raccomandata dall’OMS per gli zuccheri aggiunti (il 10%delle calorie totali) e oltre il 70% resta al disotto della percentuale più restrittiva, proposta dall’OMS stesso, pari al 5%. Ÿ

La popolazione consuma frutta regolarmente, anche se in quantità inferiori alle linee guida. Una percentuale variabile dal 53% (nel gruppo con l’apporto di zuccheri più basso) al 35 % (nei soggetti con apporto più elevato) deriva dal fruttosio della frutta. In misura minore contribuiscono latte e yogurt, i cui consumi sono piuttosto modesti (circa una porzione al giorno in media). ŸIl dato relativo al BMI conferma come uomini e donne siano in lieve sovrappeso, in accordo con i rilievi Istat. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Studio Liz (Liquidi e Zuccheri) sul consumo di zuccheri in collaborazione tra Simg (Società italiana di Medicina Generale) e Nfi (Nutrition Foundation of Italy)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti