Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Pressione sanguigna

Ettore Bassi chef del cuore per un giorno

di
Pubblicato il: 17-05-2016

L'attore si è cimentato in un cardiocooking, per imparare a gestire l'ipertensione a tavola. Aderisce così alla campagna di sensibilizzazione internazionale Make your Heart Feel Good.

Ettore Bassi chef del cuore per un giorno © Rete

Sanihelp.it - Il  17 maggio 2016 ricorre la Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa. Per l’occasione la campagna di sensibilizzazione internazionale »Make your heart feel good» (Fai star bene il tuo cuore), lanciata dall’azienda farmaceutica Daiichi Sankyo per promuovere uno stile di vita alleato della salute cardiovascolare, ha promosso una lezione di CardioCooking, un programma educativo tutto dedicato alle scelte alimentari per ridurre il sale e i grassi a tavola senza rinunciare al gusto e gestire così l’ipertensione anche a tavola.

Tra gli ospiti chiamati a cimentarsi con ricette gustose e salutari, oltre al professor Massimo Volpe, uno dei massimi esperti di ipertensione, professore ordinario di cardiologia e direttore della Scuola di Specializzazione in Malattie dell'Apparato Cardiovascolare dell'Università »La Sapienza» di Roma e alla nutrizionista Giulia Marca, anche l’attore Ettore Bassi: «Ho accettato volentieri di prestare il mio volto a questa iniziativa originale. Vale sempre la pena spendersi per cause importanti come la sensibilizzazione e la prevenzione. E poi mi piaceva il concept dell’evento, l’informazione attraverso l’intrattenimento, l’elemento sociale del cucinare insieme, la possibilità di imparare dagli esperti in un’atmosfera rilassata» ha dichiarato. «E da quando ho realizzato il programma culinario Quando mamma non c’è con le mie figlie, ho iniziato ad apprezzare la cucina da altri punti di vista rispetto a quello passivo del consumatore, quindi è stato anche istruttivo».

Coadiuvato dai tre speciali anfitrioni, Luca Materazzi, chef dei Laboratori Mamà di Roma, ha preparato un intero pasto, gustoso e di facile realizzazione, partendo dagli ingredienti della Dieta mediterranea, senza dimenticare le raccomandazioni della Società Italiana di Ipertensione Arteriosa per la riduzione del sale, e le più recenti scoperte sui benefici di determinati elementi nutritivi.  Uno studio pubblicato quest’anno sull’International Journal of Hypertension ha infatti dimostrato che l’elevata concentrazione di nitrati inorganici in verdure come lattuga, bietola, rucola, spinaci e soprattutto barbabietole rosse aumenta i livelli dell’ossido nitrico nel sangue, favorendo l’abbassamento della pressione arteriosa, già con l’assunzione di una singola dose al giorno.

«La percentuale di pazienti ipertesi che non raggiunge un adeguato controllo pressorio in Italia è allarmante e gli interventi nutrizionali sono ormai ampiamente riconosciuti come strategie importanti per la prevenzione primaria dell’ipertensione e come coadiuvanti delle terapie farmacologiche per ridurre il rischio cardiovascolare» ha sottolineato il professor Volpe. «Eppure noi italiani siamo i primi promotori e consumatori della dieta mediterranea, che diversi studi hanno dimostrato essere il modello alimentare più adatto a fornire protezione contro la malattia coronarica e il rischio cardiovascolare».

Non resta che mettere in pratica questi principi. Allo scopo i video di tutte le ricette preparate e degustate durante la lezione di Cardiocooking saranno visibili e scaricabili gratuitamente dal 6 giugno sul sito www.protagon.it/cardiocooking/, sulla pagina Facebook MyHypertensionCare e sul canale YouTube Daiichi Sankyo Italia. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
comunicato stampa

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4.4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti