Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Disfunzione erettile: e se dietro si fosse una cardiopatia?

di
Pubblicato il: 17-05-2016
Disfunzione erettile: e se dietro si fosse una cardiopatia? © Thinkstock

Sanihelp.it - In Italia il 12,8% della popolazione adulta, poco più di 3 milioni di persone, soffre di disfunzione erettile: secondo uno studio epidemiologico Massachusetts Male Aging Study, il 52% degli uomini tra i 40 e i 70 anni è affetto in qualche misura da questo disturbo. L'approccio verso questa condizione è quasi tabù: menzionare il calo della libido equivale a mettere in dubbio la mascolinità di un soggetto, che sovente si vergogna di parlarne apertamente. Questo significa che solo pochi si rivolgono al medico e cercano effettivamente una cura per la disfunzione erettile: cosa piuttosto grave, perché questa condizione può essere spia e sintomo di patologie ancora più gravi.

Ipertensione arteriosa, diabete, depressione, cardiopatie: sono solo alcune delle malattie che possono celarsi dietro questo disturbo. Uno studio comparso sulla rivista specializzata Heart ha dimostrato come gli uomini over 50 con disfunzione erettile presentano un maggior rischio di patologie cardiovascolari; e gli uomini over 50 con problemi cardiovascolari presentano un maggiore rischio di disturbi della sfera sessuale, nell'ordine del 46% in più. Ecco perché un flop tra le lenzuola non dev'essere preso troppo alla leggera, o comunque non dev'essere esclusivamente un trauma per l'orgoglio dell'uomo, che vede la propria mascolinità vacillare: è bene andare da un medico ed indagare sulle motivazioni della scarsa performance.

Per sensibilizzare la popolazione su questo problema, la Nazionale Cantanti affronterà la 25esima edizione della Partita del Cuore indossando sulla loro maglia anche il logo della Società Italiana di Andrologia, in quanto la manifestazione fa parte dell'iniziativa «L'amore in gioco» riguardante la salute sessuale di coppia promossa proprio dalla SIA. « I disturbi sessuali maschili sono in aumento, minano il benessere di coppia e sono spesso correlati a malattie cardiovascolari, metaboliche e problemi urinari - spiega Giorgio Franco, presidente SIA - La difficoltà di erezione e' una delle 'spie' più efficienti per capire se l'apparato cardiocircolatorio funziona a dovere ed è perciò un sintomo da non sottovalutare».

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SocietÓ Italiana Andrologia, Heart, Massachusetts Male Aging Study

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti