Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Giornata Mondiale senza Tabacco

Giornata senza tabacco, stabile il numero dei fumatori

di
Pubblicato il: 31-05-2016

Non cala in Italia il numero di fumatori: a rivelarlo, il Rapporto 2016 dell'Istituto Superiore di Sanità in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco.

Giornata senza tabacco, stabile il numero dei fumatori © Thinkstock

Sanihelp.it - In Italia la percentuale dei fumatori per il 2016 è rimasta pressoché invariata rispetto al 2015: sono infatti 11,5 milioni gli italiani che fumano, circa il 22% della popolazione, rispetto ai 10,9 milioni (il 20,8%) del 2015. Circa il 4% degli italiani usa la sigaretta elettronica, erano l’1,1% lo scorso anno, ma 4,2% nel 2013. Si registra dunque, per la prima volta dopo tre anni, un sensibile incremento dell’uso dell'e-cig.

I dati emergono dal Rapporto 2016 dell’Istituto Superiore di Sanità, in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco che si celebra oggi, 31 maggio. E proprio oggi i dati saranno illustrati all’ISS durante il Convegno »Tabagismo e Servizio Sanitario Nazionale».

«Si conferma anche quest’anno un trend che andiamo osservando oramai da 8 anni – spiega Roberta Pacifici, Direttore dell’Osservatorio fumo, Alcol e Droga dell’ISS - ovvero che la prevalenza di fumatori in Italia rimane pressoché invariata, al di là di piccole oscillazioni percentuali scarsamente significative: in particolare, registriamo una lieve crescita nella prevalenza dei fumatori di entrambi i sessi, con un aumento più marcato negli uomini rispetto alle donne. Ciò che sta cambiando sono le modalità di consumo. Quasi l’ottanta percento degli utilizzatori di sigarette elettroniche – aggiunge la Pacifici -  usa anche sigarette tradizionali - un dato questo, che merita una riflessione alla luce del fatto che la maggior parte di queste contengono nicotina». 

Sulle sigarette elettroniche interviene anche il Professor Walter Ricciardi, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità: «Sebbene non ci siano ancora riscontri scientifici sufficienti sulla sicurezza e l’efficacia di questo strumento nella disassuefazione alle abitudini al fumo, la ripresa del consumo di questi articoli sottolinea la necessità di un attento e ulteriore monitoraggio del fenomeno e di rigorosi studi clinici sul loro utilizzo».

Aumenta anche progressivamente il numero dei fumatori di sigarette fatte a mano: «In aumento lento ma costante - spiega il Professor Silvio Garattini, Direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri – il consumo di sigarette rollate: oltre il 9,0% dei fumatori infatti utilizza prevalentemente sigarette fatte con tabacco sfuso, un fenomeno particolarmente diffuso fra i giovani».

La Giornata Mondiale senza Tabacco è indetta dall’Organizzazione Mondiale per la Sanità e vuole sensibilizzare i cittadini sui rischi del fumo. Basti pensare che ogni anno in Italia muoiono circa 83 mila persone per patologie correlate al fumo. Le sigarette, per esempio, rappresentano il maggior fattore di rischio per l’insorgenza del carcinoma del polmone. Quasi il 90% di tutti i tumori polmonari è riconducibile al vizio del fumo.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Comunicato stampa Istituto Superiore di SanitÓ

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti