Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prevenzione

Melanoma, prevenzione fin da bambini

di
Pubblicato il: 14-06-2016

Il melanoma è un tumore della pelle particolarmente aggressivo e colpisce soggetti sempre più giovani. Tanti i comportamenti scorretti che possono facilitarne l'insorgenza.

Melanoma, prevenzione fin da bambini © Thinkstock

Sanihelp.it - I pazienti affetti da melanoma tendono a essere sempre più giovani. Il 20% delle nuove diagnosi, circa 2.260 casi nel 2015 in Italia, riguarda pazienti di età compresa tra 15 e 39 anni. Una tendenza confermata anche dai ricoveri per questa neoplasia: nel nostro Paese il maggior incremento dei tassi di ospedalizzazione dal 2001 al 2008 si è registrato negli over 81 (+34%), nella fascia di età 61–70 (+20%) e nelle persone di età compresa tra i 31 e i 40 anni (+17%).

Molto spesso il melanoma è dovuto a comportamenti scorretti, pertanto è importante ribadire il ruolo della prevenzione, da attuare fin da piccoli. Si pensi, infatti, che gravi scottature solari nei bambini possono aumentare il rischio di melanoma.

«Parte dalla prevenzione la battaglia contro questo tumore – spiega il professor Carmine Pinto, presidente nazionale AIOM, l’Associazione Italiana di Oncologia Medica -. Nel nostro Paese nel 2015 sono stati stimati circa 11.300 nuovi casi (erano meno di 6.000 nel 2004, 7.000 nel 2010, 11.000 nel 2014). Il melanoma è in costante crescita, infatti le diagnosi sono quasi raddoppiate in dieci anni, particolarmente fra i giovani». 

«Troppe persone si espongono al sole senza precauzioni e i bambini rappresentano l’anello debole della catena. Un richiamo da tenere in considerazione soprattutto in questi mesi, in cui molti italiani approfittano del fine settimana per stare all’aria aperta. È necessario proteggersi con creme solari e indumenti adeguati quando ci si espone al sole, evitando però le ore centrali della giornata (12-16). Inoltre non si devono utilizzare le lampade abbronzanti perché sono cancerogene come il fumo di sigaretta. E ancora, basterebbe un semplice esame della pelle eseguito da uno specialista una volta all’anno per individuare questo tumore nella fase iniziale, quando le percentuali di guarigione superano il 90%», consiglia il professor Pinto. 

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Comunicato stampa Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti