Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Incontinenza urinaria: due domande, due terapie, due farmaci

di
Pubblicato il: 04-04-2005
Sanihelp.it - Buone notizie per gli individui affetti da incontinenza urinaria e da vescica iperattiva: oggi la diagnosi e la terapia di queste patologie possono essere gestite anche al primo livello, cioè dal medico di medicina generale e dal ginecologo e/o urologo del territorio.  
 
Grazie al Progetto Ninfea, realizzato dalla Fondazione Italiana Continenza e approvato sabato scorso a Roma da più di 100 specialisti, è possibile finalmente una diagnosi tempestiva del problema, con uno strumento innovativo e semplicissimo.  
In sintesi, esso si basa su un piccolo test destinato ai pazienti e composto di due sole domande, dalle cui risposte dipende il percorso diagnostico-terapeutico che il medico sceglierà (e che è personalizzato innanzitutto in base al sesso del paziente).  
 
Inoltre, la terapia oggi può contare su due nuovi farmaci: duloxetina, per il trattamento dell’incontinenza urinaria da sforzo, e solifenacina, nel caso invece di incontinenza urinaria da urgenza e vescica iperattiva.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti