Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Rapporti tra esseri umani presto obsoleti

Nel futuro faremo sesso coi robot?

di
Pubblicato il: 01-07-2016
Nel futuro faremo sesso coi robot? © Thinkstock

Sanihelp.it - Terminator, Blade Runner, Transformers: sono tante le pellicole che dipingono un futuro distopico in cui i robot hanno raggiunto un livello di coscienza tale da sottomettere gli stessi esseri umani che li hanno creati. Una prospettiva che fino a qualche anno fa poteva essere confinata alla fantascienza, ma che ormai al contrario sta diventando sempre meno fantasiosa, sempre più plausibile: se di recente persino un luminare come Stephen Hawking ha citato l'intelligenza artificiale tra i grandi pericoli per l'umanità, un motivo ci sarà. D'altronde, i cyborg stanno già rendendo il lavoro dell'uomo obsoleto per una varietà di mansioni, con buona pace dei tassi di disoccupazione che rimangono in questo periodo altissimi.

Ma c'è anche chi vede una prospettiva di gran lunga meno inquietante nella diffusione del robot nella società: una prospettiva, se vogliamo, leggermente più pruriginosa. Il famoso futurologo Ian Pearson, una carriera costruita nel predire ciò che succederà negli anni a venire di modo che prestigiose multinazionali potessero anticipare le nuove tendenze sul mercato, ha affermato come in un futuro prossimo le intelligenze artificiali potranno sostituire persino i nostri partner. Secondo la sua opinione, espressa in un report commissionato dal sito ecommerce per adulti Bondara, il sesso coi robot diverrà così popolare che entro il 2050 potrebbe finire col rendere anche i rapporti intimi tra esseri umani qualcosa di obsoleto; e comunque, entro il 2030, la maggior parte delle persone avrà sperimentato orgasmi che prevedano l'utilizzo della realtà virtuale.

La mente delle donne più critiche a riguardo corre subito alle bambole gonfiabili e alla disperazione degli uomini che le eleggono a partner ideale per l'intimità più sfrenata, ma c'è poco da ridere: secondo quanto affermato da Ian Pearson a MailOnline, il mercato del sesso coi robot sarà unisex, e quindi riguarderà anche le ragazze. Per questo motivo molte società che producono oggetti di piacere si sono già portate avanti e starebbero cercando di sviluppare prodotti per adulti da integrare con telefonini e smartphone. E come nel film «Existenz», il futuro della realtà virtuale secondo il futurologo saranno dispositivi da collegare direttamente al sistema nervoso centrale, per farci provare le sensazioni della realtà. «Non è che le persone sceglieranno esplicitamente i robot per farci sesso – dichiara Pearson – la maggior parte li comprerà per fare per esempio i lavori di casa. Ma siccome costeranno quanto un'automobile, nessuno opterà per mettersi in casa dei robot brutti: li vorranno belli, attraenti. Averli in casa porterà alla formazione di una relazione tra l'umano e l'intelligenza artificiale: ed è inevitabile che qualcuno finirà col farci sesso». 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Bondara, MailOnline

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti