Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Imparare a farsi rispettare da tutti

Come farsi rispettare

di
Pubblicato il: 02-08-2016

Per farsi rispettare dagli altri, il segreto è assumere un comportamento assertivo, che permette di difendere i propri interessi ed esprimere i propri pensieri senza l'intento di ferire o mortificare nessuno.

Come farsi rispettare © Thinkstock

Sanihelp.it - L’incapacità di farsi rispettare è generalmente legata a una scarsa assertività. In psicologia l’assertività è quel comportamento che consente di comunicare in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e le proprie idee senza assumere un atteggiamento aggressivo nei confronti dell’interlocutore. È chiaro che se vuoi farti rispettare dagli altri devi lavorare su te stesso e avere prima di tutto una buona autostima.

L’autostima è l’ingrediente principale del comportamento assertivo. Chi si sente inferiore, non a caso, adotta spesso un atteggiamento passivo o aggressivo, prova a farci attenzione. Le persone poco assertive, inoltre, evitano qualunque tipo di conflitto e hanno bisogno di compiacere gli altri, fino al punto di andare contro i loro stessi desideri o necessità, finendo per essere manipolati e fare cose che non vogliono o che vanno contro i loro stessi valori. Solo nel momento in cui impari a rispettare te stesso, riuscirai a farti rispettare dagli altri. Dimentica la paura e il senso di colpa nel momento in cui ti neghi o neghi qualcosa agli altri, dai un senso alle tue ragioni e non agire in modo precipitoso.

Anche la comunicazione è un aspetto sui cui lavorare per aumentare l’assertività. Parla piano, con un tono di voce udibile, usando verbi incisivi (No ‘dovrei’, ‘forse’, ‘magari’, ecc.). Esprimersi in modo libero e senza timore è uno dei tratti caratteristici di una persona assertiva. Impara anche ad accettare le critiche e cambiare punto di vista. Le persone passive, di solito subiscono le critiche, mettendo in discussione la loro già fragile autostima, mentre le persone aggressive non le accettano e le rispediscono al mittente con rabbia.

Mantenere un atteggiamento oggettivo e distaccato, invece, aiuta a vedere le critiche per quello che sono, cioè non un attacco al nostro io, piuttosto un’osservazione a un nostro comportamento. Se la critica è fondata, inoltre, ci sta aiutando a migliorare e se non lo è, ci offre l’opportunità di affermare ancora una volta la nostra posizione.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Psychologytoday

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti