Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Male di vivere seconda causa di malattia entro il 2020

Scoperti 17 geni implicati nell'insorgenza della depressione

di
Pubblicato il: 10-08-2016
Scoperti 17 geni implicati nell'insorgenza della depressione © Thinkstock

Sanihelp.it - Non c'è dubbio che la depressione sia il male oscuro che caratterizza i nostri tempi. Secondo i dati in possesso del Ministero della Salute, questa condizione colpisce almeno una volta nella vita circa l'11% della popolazione in Italia: sarebbero almeno 1,5 milioni gli individui che attualmente ne soffrono nel nostro paese. Questa specie di epidemia non accenna certo a placarsi: al contrario, secondo le proiezioni entro il 2020 la depressione sarà la seconda causa di malattia negli esseri umani, subito dopo i problemi cardiovascolari. Ma quali sono le ragioni per cui una persona viene colpita da questo male oscuro? Ebbene, le cause possono essere molteplici: non ultime, giocherebbero un ruolo decisivo quelle genetiche.

Ebbene sì, la scienza conferma come esistano persone maggiormente portate alla depressione, e come la nostra probabilità di soffrirne sia scritta nei geni: in particolare, in 17 geni, individuati in questi giorni dai ricercatori del Massachusetts General Hospital di Boston, in uno studio pubblicato sulla rivista specializzata Nature Genetics. Per giungere a questa conclusione, gli esperti americani hanno condotto un'analisi su 300 mila persone di origine europea, di cui 75607 avevano ricevuto una diagnosi di depressione. È stato mettendo a confronto il DNA di questi ultimi soggetti con quello degli individui sani che i ricercatori statunitensi hanno potuto individuare i 17 geni che sarebbero implicati nella comparsa della depressione.

Si tratta di una delle più importanti ed approfondite analisi sul rapporto tra fattore genetico e male di vivere. La scoperta non rappresenta ovviamente la soluzione al problema, in quanto tale condizione rimane comunque molto complicata, sfaccettata, causata come detto in precedenza da una vasta possibilità di ragioni: tuttavia, rimane comunque un passo in avanti nella conoscenza delle radici biologiche della depressione. In futuro si potranno così studiare i meccanismi organici che scatenano la malattia, di modo da poter intervenire con farmaci appositi.  



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Massachusetts General Hospital, Nature Genetics

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti