Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Anche incidenti banali possono avere forti conseguenze

Traumi cranici nell'infanzia portano a problemi sociali

di
Pubblicato il: 24-08-2016
Traumi cranici nell'infanzia portano a problemi sociali © Thinkstock

Sanihelp.it - Spesso si sente affermare che i bambini sono di gomma, come metafora per spiegare la loro tendenza a cadere e combinare incidenti uscendone con solo qualche ammaccatura. Ma se le conseguenze di una botta possono anche rivelarsi lievi nel breve periodo, e rappresentare più che altro un profondo spavento per i genitori, nel lungo gli effetti possono essere molto più seri. I bambini che hanno sofferto di un trauma cranico, infatti, anche di leggera entità, hanno minori probabilità di avere una carriera scolastica sopra la media e sono esposti ad una maggiore possibilità di morte prematura, secondo uno studio dei ricercatori dell'Università di Oxford pubblicato recentemente sulla rivista specializzata PLOS One.

Le conseguenze di una caduta non si fermerebbero qui, secondo gli esperti: da adulti, infatti, un incidente alla testa subito in tenera età si traduce in una maggiore possibilità di ricevere una pensione di invalidità, una percentuale di fallimento più alto nell'ottenere il diploma di scuola superiore e, addirittura, una probabilità doppia di ricovero a causa di ragioni psichiatriche. Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno analizzato i dati di più di un milione di persone nate tra il 1973 e il 1985, scoprendo come circa al 9% dei soggetti è stato diagnosticato almeno un trauma cranico prima dei 25 anni: nel 75% dei casi, si trattava comunque di infortuni di scarsa entità. Tuttavia, comparando i risultati di questi individui con quelli di chi non ha mai sofferto di tali incidenti, è emerso come i primi presentassero una probabilità maggiore di sviluppare problemi di salute o sociali nel corso della loro vita.

Siamo abituati a giudicare come eccessivamente apprensivi quei genitori che cercano di crescere i loro figli in una specie di campana di vetro, in cui tentano di minimizzare il più possibile il rischio che capiti loro qualcosa, qualsiasi cosa: eppure, i dati di questo studio darebbero loro ragione. I risultati sono impietosi: chi ha avuto un trauma cranico ha il 76% di probabilità in più di ricevere una pensione di invalidità, il 58% in più di fallire l'ottenimento del diploma superiore, e quasi il doppio delle casistiche di ricovero per motivi psichiatrici. Laddove possibile, i ricercatori hanno condotto l'esperimento su coppie di gemelli, dove uno ha subito un trauma e l'altro no: i risultati sono stati simili sebbene leggermente meno spiccati, cosa che suggerisce come anche la genetica giochi un ruolo fondamentale in tutto ciò.  



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
UniversitÓ di Oxford, PLOS One

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti