Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prevenzione personalizzata dell'asma

di
Pubblicato il: 30-08-2016
Prevenzione personalizzata dell'asma © Thinkstock

Sanihelp.it - Uno studio pubblicato sulla rivista PLoS One ha evidenziato come essere portatori di una comune variazione genetica, a livello del gene PAI-1, che di per sé non aumenta le probabilità di sviluppare asma e l’aver avuto un’infezione respiratoria grave in tenera età, come la bronchiolite,  espone a un maggior rischio asma.

Gli autori dello studio sono arrivati a queste conclusioni dopo aver incluso nel loro lavoro di ricerca 3483 bambini ispanici di età compresa fra 8 e 21 anni e 666 bambini neri.

I bambini portatori della variante genetica che hanno contratto bronchiolite a due anni hanno evidenziato un rischio 17 volte superiore  di sviluppare anche asma.

I bambini portatori della variazione genetica e che in tenera età hanno sviluppato un’infezione respiratoria talmente grave da richiedere cure mediche hanno evidenziato un rischio 12 volte superiore agli altri,  di sviluppare asma.

Secondo i ricercatori occorrono altri studi per capire se è possibile intervenire sui bambini portatori della variazione genetica durante le infezioni respiratorie per ridurne l’eventuale rischio di sviluppare asma. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
HealthDay News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti