Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Rimedi e patologie

Sindrome da Rientro: come affrontarla naturalmente

di
Pubblicato il: 06-09-2016

Ritornare dalle vacanze e sentirsi ancora più stanchi di prima. Accade sempre di più, ma esistono dei metodi grazie ai quali ritrovare il benessere e il buonumore delle ferie

Sindrome da Rientro: come affrontarla naturalmente © Thinkstock

Sanihelp.it - È stato coniato addirittura un termine specifico, quello di Post Holidays Blues, cioè, letteralmente, di Depressione Post Vacanze. Si tratta della Sindrome da Rientro, un fenomeno che è stato sempre più studiato durante gli ultimi anni, e per il quale sono stati individuati anche sintomi specifici.

Innanzitutto, si tratta di quel disturbo che colpisce coloro che, dopo un periodo più o meno prolungato di ferie, ritornano alla routine cittadina: lavoro, famiglia e impegni aspettano tutti a casa, ma anche lo stress.

I sintomi che possono essere ricondotti a questo tipo di sindrome sono: disturbi del sonno, mal di testa, irritabilità, svogliatezza, problemi digestivi, ansia, dolori muscolari ed anche veri e propri sintomi patologici, come il raffreddore e il mal di gola.

La causa dello scatenarsi di questi problemi si ritroverebbe nel cambio repentino delle abitudini. Se in vacanza ciò accade, portando le persone ad assumere abitudini più piacevoli, si verifica anche al ritorno a casa, con il rovescio della medaglia, costituito dal lavoro e dalle incombenze non certo rilassanti.

Gli ormoni che il corpo secerne subiscono, così, uno sconvolgimento, con un aumento repentino del Cortisolo ed anche dell'adrenalina, entrambi in grado di portare affaticamento ed irritabilità.

Per affrontare questa sindrome è possibile, però, ricorrere ai rimedi naturali, alleati del benessere a trecentosessanta gradi.

Come prima cosa, i Fiori di Bach: consigliato è il fiore Hornbeam, che consente di affrontare tutti gli stati di stress a seguito di un periodo di riposo.

Invece, per quanto riguarda la Fitoterapia si può consigliare l'utilizzo della Rodiola, che è dedicata soprattutto a coloro che abbiano anche disturbi correlati allo strass, come ansia e palpitazioni, e i semi di Griffonia, che aiutano a ristabilire il giusto equilibrio tra il sonno e la veglia.

Infine, sarà possibile utilizzare l'olio essenziale di Pompelmo come aroma (ad esempio in un bruciaessenze), in grado di aiutare anche per tutte quelle problematiche che riguardano il cambio nella distribuzione degli impegni nei diversi orari della giornata.

Tutti i rimedi fitoterapici dovranno essere prescritti da un erborista, in grado di dosarli e di indicare anche le controindicazioni per ciascun paziente.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Stefania D'Ammicco

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti