Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Farmaci per la pressione possono causare problemi intimi

di
Pubblicato il: 14-09-2016
Farmaci per la pressione possono causare problemi intimi © Thinkstock

Sanihelp.it - I farmaci antipertensivi, in particolare diuretici e betabloccanti, hanno tra i loro effetti avversi la possibilità di interferire con la funzione erettile (succede in un 10-20% dei soggetti in trattamento).

L'hanno verificato i medici dell’Hippokration General Hospital di Atene che hanno sottoposto 156 malati in terapia da almeno 6 mesi e 47 soggetti che non avevano mai ricevuto trattamenti per l’ipertensione con disfunzione erettile a un doppler a ultrasuoni del pene dopo un'iniezione intra cavernosa di prostaglandine, per valutare la funzionalità e la severità della malattia vascolare dei corpi cavernosi.

È stato studiato l’effetto di ogni classe di farmaci sul picco di velocità sistolica nei malati in monoterapia e sono stati paragonati agli effetti della combinazione di due molecole specifiche sullo stesso parametro. Un basso valore PSV indicava quindi una compromissione del flusso sanguigno al pene e quindi una disfunzione erettile severa.

I risultati hanno mostrato che, paragonati ai soggetti che non ricevevano il trattamento per la pressione alta, quelli in terapia mostravano un valore PSV inferiore pari al 31,5 contro 36,3 cm/s. I malati che ricevevano un beta-bloccante o un bloccante dei canali del calcio mostrava valori inferiori rispetto a quelli che assumevano un ACE o un farmaco bloccante del recettore dell’angiotensina II. Questo studio ha quindi mostrato che la combinazione di un diuretico con un ARB o con un ACE ha un importante impatto negativo sull’emodinamica delle arterie peniene.

Le proiezioni mondiali stimano oltre 320 milioni di uomini affetti da disturbi dell’erezione entro il 2025: hanno questo problema il 31% dei soggetti con ipertensione, il 60% di quelli con una storia di ictus, il 40,75 dei cardiopatici e con vasculopatie periferiche. E l’Omstead County Study ha sottolineato come la disfunzione erettile fosse associata a un rischio più alto di circa l’80% di malattia coronarica.

Secondo la definizione del National Institute of Health, è definita disfunzione erettile l’incapacità a raggiungere o mantenere un’erezione adeguata per un soddisfacente rapporto sessuale: ne soffre un uomo su 10 e il 50% dei maschi incorre occasionalmente in qualche disturbo. I farmaci betabloccanti, in particolare, interferiscono con la serenità tra le lenzuola nel 10-20% dei casi.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SocietÓ europea di cardiologia

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti