Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Quando il trucco fa male

di
Pubblicato il: 08-05-2006

Truccarsi è un piacere che non deve mettere a rischio la pelle: per evitare dermatiti e allergie bisogna prestare attenzione ad alcuni segnali. Ecco quali...

Sanihelp.it - Per molte donne truccarsi è un’abitudine talmente ripetuta da diventare automatica: tutti i giorni gli stessi gesti, magari compiuti in modo frettoloso.
E così senza accorgersi spesso si compiono errori dannosi per la pelle.

Il più frequente è quello di truccarsi sulla pelle asciutta, nella convinzione che sia più pulita.
Invece, prima di truccarsi bisogna stendere un idratante, da lasciar assorbire prima di procedere al trucco.
Che comunque non deve essere mai eccessivo, specie d’estate: meglio scegliere prodotti dalla texture leggera che lasciano respirare i pori, e che contengano fattori di protezione per i raggi ultravioletti.

Un altro errore da non fare è lasciare residui di latte detergente sulla pelle, soprattutto se viene usato per eliminare l’ombretto: lo strofinio del batuffolo, combinato all’azione dei tensioattivi del latte, alla lunga irrita la pelle.

Per evitare fastidiose dermatiti da contatto, poi, bisogna prestare particolare attenzione se si è soggette a reazioni allergiche quando si indossa bigiotteria, o quando si fa la tinta ai capelli: chi è già sensibilizzata, per esempio per allergie al nichel, è anche più esposta a reazioni allergiche ai cosmetici.

Soprattutto d’estate, quando il calore favorisce la liberazione di metalli e coloranti contenuti nei cosmetici, la pelle è esposta al rischio di fastidiose irritazioni, che possono manifestarsi con bolle rosse sul viso o sul contorno occhi.

Si tratta di disturbi fastidiosi, ma che fortunatamente si risolvono in pochi giorni con un buon antistaminico e pomate al cortisone.

A volte, però, i cosmetici possono essere fattori scatenanti di un’altra temuta reazione: l’acne cosmetica.
In questo caso si manifestano le papule rosse tipiche dell’acne, ma con un decorso diverso a seconda del prodotto incriminato: quelli comedogenici causano la chiusura e l’infiammazione dei follicoli dopo settimane dalla prima applicazione, mentre quelli acnogenici provocano follicoliti di rapida insorgenza, quindi più facili da diagnosticare.

Anche se in dermatologia esistono liste con le sostanze più frequentemente incriminate, è meglio non correre il rischio: oggi in commercio esistono ottimi cosmetici costruiti ad hoc per le pelli sensibili o soggette ad allergie.
D’estate sono consigliati a tutte; la vostra pelle ringrazierà donandovi un tessuto sano a prova di abbronzatura.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti