Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Naso secco? Colpa di condizionatori e riscaldamento

di
Pubblicato il: 20-09-2016
Naso secco? Colpa di condizionatori e riscaldamento © Thinkstock

Sanihelp.it - È la funzione più amata dei condizionatori dell’aria: quella di deumidificare l’ambiente togliendo afa e umidità responsabili di acuire la percezione del caldo, ma l’uso esagerato del condizionatore può causare uno stato di secchezza nasale che i medici chiamano rinite secca.

Si tratta di un’infiammazione delle cavità e della mucosa nasale che le riveste, la cui funzione è quella di umidificare l'aria respirata attraverso la produzione di muco. Per funzionare le mucose nasali producono circa 300 millilitri di muco al giorno, che consente di imprigionare e raccogliere tutto il particolato introdotto nelle cavità nasali attraverso il respiro e tra questi anche batteri, virus, pollin,. il cui smaltimento è a carico delle cellule ciliate presenti nel naso.

Alterazioni del microclima mettono a repentaglio il delicato equilibrio delle funzioni nasali e della mucosa che, privata della sua fisiologica protezione, il muco, reagisce con la produzione di croste.

I principali responsabili del naso secco sono l’improprio impiego dell’aria condizionata in estate e del riscaldamento in inverno, ma anche l’inquinamento, il fumo, gli ambienti polverosi, i farmaci cortisonici e l’uso continuativo dei decongestionanti nasali. Il microclima alterato, si pensi ai mezzi di trasporto, aereo, treno dove l’aria condizionata è continuamente in funzione e dove si trascorrono tante ore, non è adatto al benessere del naso che ha bisogno dell’umidità, che viene infatti reintrodotta d’inverno per mitigare la secchezza creata dal riscaldamento domestico.

In questi casi è utile l’impiego di acido ialuronico 0,3% ad alto peso molecolare, al fine di idratare la mucosa e ripristinare l’ottimale funzionalità. L’acido ialuronico è una sostanza prodotta naturalmente dal corpo ed è uno dei componenti più importanti dei tessuti connettivi, fornendo idratazione, elasticità e resistenza ai tessuti.

È disponibile in molte formulazioni, alcune con device portatile che consente di ottenere un diametro medio delle gocce nebulizzate comparabile a quello degli apparecchi tradizionali per aerosol, abbinando la comprovata efficacia a una maggiore praticità d’uso. La terapia è indicata non solo quando il problema è già esistente, ma anche come prevenzione, in chi è soggetto.

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
European Respiratory Society

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti