Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Gravidanza

Anche per Oliva Wilde al nono mese problemi in metro

di
Pubblicato il: 20-09-2016

Costrette in piedi col pancione sui mezzi pubblici? Succede anche alle mamme famose, come l'attrice americana giusta agli sgoccioli della seconda gravidanza.

Anche per Oliva Wilde al nono mese problemi in metro © Rete

Sanihelp.itÈ un segno di cortesia, civiltà e gentilezza cedere il proprio posto sui mezzi pubblici a chi è più in difficoltà e quindi potrebbe avere problemi a viaggiare in piedi, in particolare anziani e donne in dolce attesa. Ma probabilmente a tutte le future mamme è capitato almeno una volta di scontrarsi con la dura realtà: a volte neppure un pancione che sta quasi per esplodere (con tutto il peso da sostenere che comporta) è un lasciapassare sicuro per un posto.

Ne sa qualcosa anche Olivia Wilde. L’attrice americana che abbiamo imparato a conoscere nella serie tv Doctor House, è in attesa del secondogenito e ormai al nono mese nei giorni scorsi ha sperimentato direttamente la scortesia dei viaggiatori della metro newyorkese, che non le hanno ceduto il posto. 

Il suo rimprovero si è fatto quindi sentire a mezzo social, via Twitter: «Ai passeggeri della metropolitana, perfettamente in grado di stare in piedi, che non hanno lasciato il posto a una donna molto incinta: la prossima volta mi metterò in piedi proprio di fronte alla vostra testa e pregherò che il travaglio abbia inizio», ha tuonato la Wilde.

Da una parte, all’insegna del proverbio mal comune mezzo gaudio, può essere quasi consolante sapere che anche le donne famose si devono misurare spesso con piccoli e grandi problemi che toccano tutti. L’attrice Zoe Saldana recentemente ha dimostrato che anche per le dive di Hollywood ci sono problemi a conciliare maternità e lavoro e una disparità di trattamento rispetto ai colleghi uomini. Ma di fatto questo testimonia solo quanto certi ostacoli siano duri a essere superati. Lo dimostrano anche le risposte alla Wilde: se in migliaia si sono mostrati solidali con lei, non sono mancate, come riporta Vanity fair, critiche e attacchi come «Avete voluto la parità, adesso arrangiatevi», oppure «Ho pagato lo stesso prezzo del biglietto, perché mi sarei dovuto alzare? La prossima volta prendi un taxi».

FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Twitter, Vanity Fair

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti