Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Primo museo in Italia a prendere queste misure di sicurezza

Defibrillatori dentro i Musei Vaticani per le emergenze

di
Pubblicato il: 05-10-2016
Defibrillatori dentro i Musei Vaticani per le emergenze © Thinkstock

Sanihelp.it - I Musei Vaticani sono in assoluto tra le meraviglie italiane. Custodiscono al loro interno veri e propri capolavori: uno su tutti la Cappella Sistina di Michelangelo, visitata ogni anno da circa 6 milioni di persone. Tuttavia, per poter godere di un tale spettacolo, occorre non soltanto un obolo d'ingresso, ma anche la pazienza di affrontare la maggior parte delle volte una fila che dura ore e ore: e, una volta dentro, nei periodi di punta, la calca può essere davvero complicata da affrontare. Se aggiungiamo anche la vastità dei Musei in questione, possiamo ben capire come la visita possa non rappresentare soltanto un piacere, ma anche una bella prova a cui sottoporre il fisico, specie quello meno allenato.

Per questo motivo la Direzione Sanità e Igiene di Città del Vaticano, in collaborazione con l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, ha deciso di inserire dei defibrillatori lungo tutto l'arco del percorso, per riuscire ad affrontare ogni genere di crisi: tale decisione rende la struttura voluta da Papa Giulio II la prima area museale italiana «Amica del Cuore» in assoluto. Se un visitatore si sentirà male e avrà una crisi cardiaca, infatti, i custodi debitamente istruiti potranno intervenire e agire in tutto e per tutto come rianimatori, prestando il primo soccorso secondo gli standard internazionali certificati dall'American Heart Association.

Già da un po' di tempo, in realtà, i Musei Vaticani prevedono la presenza di medici e infermieri per far fronte a possibili momenti di emergenza: d'altronde, sono circa 22 mila i turisti che ogni giorno affollano le magnifiche sale per ammirare le opere d'arte custodite al loro interno. Tuttavia, l'intervento in caso di attacco cardiaco dev'essere il più immediato possibile: per questo si è resa necessaria la presenza di materiale adatto a fronteggiare tempestivamente l'emergenza, in attesa dell'arrivo dell'ambulanza. Da oggi, quindi, i Musei Vaticani non custodiranno solo opere d'arte immortali, ma anche la salute dei suoi visitatori, purtroppo spesso più cagionevole.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ansa, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Direzione Sanità e Igiene Città del Vaticano

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti