Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nuova cura per l'eczema atopico: tra poco anche in italia

di
Pubblicato il: 15-02-2002

Buone nuove per le persone affette da eczema atopico; sarà presto disponibile anche in Italia un nuovo farmaco innovativo e di grande efficacia reperibile per ora solo in Svizzera e nella Città del Vaticano.

Sanihelp.it - Si stima che nei Paesi occidentali circa il 2,5% degli adulti e il 10-15% dei bambini soffra di eczema atopico, conosciuto anche come dermatite atopica.
L'eczema atopico è una malattia cronica della pelle che spesso colpisce persone affette da altre patologie di natura allergica come ad esempio l'asma e il raffreddore da fieno. La manifestazione della malattia è variabile e può presentarsi in forma diffusa estesa a tutto il corpo o in forma localizzata colpendo solo determinate aree della pelle quali palpebre, cute perioculare(attorno all’occhio) e peribuccale(attorno alla bocca).
Nei bambini le manifestazione principali si rilevano nelle guance, nel mento, nella schiena, sull’addome e sulle braccia. Il prurito è il sintomo principale dovuto principalmente alla trasformazione della pelle che diventa rossa, asciutta e squamosa. Il sintomo prurito è talmente fastidioso per il bambino che lo spinge a grattarsi continuamente provocandosi lesioni sanguinolente che possono infettarsi. Secondo i ricercatori il 65% dei pazienti sviluppa i sintomi tipici della malattia durante il primo anno di vita ed il 90% prima dei cinque anni d’età.

Da ora è disponibile in Svizzera e nella farmacia della Città del Vaticano, ma presto anche in Italia, una nuova terapia topica basata su un nuovo principio attivo chiamato Tacrolimus(nome commerciale Protopic®) sotto forma di unguento, venduto su presentazione di ricetta medica.

In studi clinici controllati eseguiti in Giappone e in America, circa un terzo dei pazienti sottoposti a terapia con Protopic® giornalmente per tre mesi hanno notato notevoli miglioramenti e scomparsa dell’eczema rispetto al 7% di risultati ottenuti con l’uso di una crema placebo ovvero senza principio attivo. A riprova della sua efficacia, alla sospensione della terapia si è notata una ricomparsa graduale dell’eczema. Secondo il meccanismo di controllo farmaci degli USA, il trattamento può essere continuato per un anno in sicurezza( The Associated Press 8 Dicembre 2001).

Da studi presentati al Congresso dell'Accademia Europea di Dermatologia e Venerologia (EADV) questo nuovo farmaco a base di tacrolimo (detto anche FK 506), è il primo di un nuovo gruppo di immunomodulatori topici che agendo sullo squilibrio immunologico della pelle e ristabilendo le sue normali funzioni, riduce l’infiammazione cutanea, il rossore e il prurito.

Fino ad oggi sono stati trattati con questo nuovo farmaco più di 10.000 pazienti nell'ambito di un programma di studio clinico mondiale, comprendente sia adulti che bambini. I dati presentati al Congresso di Monaco dimostrano la sua efficacia nelle forme di dermatite atopica moderata e severa.

Il vantaggio di questo tipo di trattamento con tacrolimo rispetto alle terapie convenzionali con steroidi topici, è la ridotta comparsa di effetti collaterali quali l’atrofia cutanea.

Buone notizie anche per coloro che soffrono di psoriasi, questo nuovo farmaco porta benefici nella cura di questa malattia di cui molte persone sono affette e segna un ulteriore passo avanti nella ricerca di nuovi prodotti per la cura delle malattie dermatologiche.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
2.14 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti