Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dai filler al lip fit, le soluzioni per labbra più carnose

di
Pubblicato il: 24-10-2016
Dai filler al lip fit, le soluzioni per labbra più carnose © Thinkstock

Sanihelp.it - Per aumentare il volume delle labbra, sono oggi disponibili iniettabili che permettono di ottenere risultati duraturi (fino a un anno e mezzo) e naturali. «I filler riassorbibili sono la soluzione più efficace - afferma Raffaele Rauso, chirurgo plastico di ChirurgiadellaBellezza - Hanno una durata limitata nel tempo e consentono di tornare come si era prima se il risultato non piace.

Se anni fa il risultato durava all’incirca 3 mesi, da un paio di anni sono disponibili nuovi filler in cui l’effetto dell’acido ialuronico dura più di un anno, con un risultato migliore. Dopo l’iniezione si può avere un edema che dura 24/48 ore e si può coprire con il trucco» afferma Rauso.

Le cosiddette labbra a canotto si possono sgonfiare con la chirurgia. Si tratta di una richiesta che arriva ai chirurghi anche sulla scia di notizie che riguardano celebrità, come Nina Moric o Francesca Neri, che hanno deciso di rioperarsi. «Esistono donne trattate con filler permanenti, il cui uso per le labbra è considerato off label dal ‘92. I problemi possono insorgere da 6 mesi a 20 anni dopo – dice Rauso - Eliminare il filler permanente è possibile, ma complicato dal punto di vista chirurgico e con un post operatorio impegnativo.

L’intervento si esegue in day hospital con sedazione e in seguito, per un mese, è visibile l’edema e i punti di sutura che, sulle labbra, portano una serie di problemi. Almeno per le prime 3 settimane dopo l’operazione bisogna stare attenti a non ridere troppo, per non far saltare i punti, e può essere necessario fare fisioterapia per ridurre la tensione cicatriziale nei primi mesi. 

Per molte, l’unico periodo in cui assentarsi dalla vita sociale è l’estate, ma è sconsigliato eseguire l’intervento in questa stagione perché l’edema verrebbe esacerbato dal caldo e la disidratazione legata all’esposizione solare inficia il processo di cicatrizzazione post operatorio. Per questo molte donne rinunciano a operarsi».

Chi vuole una soluzione definitiva per aumentare il volume delle labbra ha 3 alternative. «È possibile inserire una protesi nelle labbra: il risultato estetico è buono, ma, poiché la protesi viene posizionata direttamente tra mucosa e muscolo c’è la certezza che, al tatto, si senta.

Un’alternativa  è l’innesto dermoadiposo, che consente un aumento volumetrico utilizzando tessuto proprio: tuttavia è consigliabile farlo solo se sul corpo è già presente una cicatrice, oppure se la donna ha programmato un intervento chirurgico che determini delle cicatrici (lifting facciale, mastopessi, addominoplastica). 

Terzo, il lipofilling: si trapianta grasso della donna e lo si infiltra nelle labbra. C’è però il problema di un’alta percentuale di riassorbimento dovuta alla peculiare anatomia di quest’area: per un risultato accettabile, bisogna iniettare 3 volte quello che poi resterà. E nel primo periodo si avranno delle labbra esagerate.

Per far sembrare le labbra più grandi, a volte basta un lip lift: «Sollevando i tessuti è possibile mantenere volume ricompattandolo senza inserire materiale estraneo. I risultati estetici sono buoni, ma bisogna considerare che ci sono delle cicatrici».

Attenzione agli eccessi. «Alcune donne, dopo una prima punturina per dare un po’ di volume, sono lusingate dai complimenti e pensano che, aumentando la quantità di filler iniettato, saranno ancora più belle. Si innesca così un meccanismo che porta a eccedere: è importante trovare un medico serio, capace di dire no ai risultati troppo artificiosi».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
ChirurgiadellaBellezza

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti