Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Uomini e smartphone

Il vademecum detox salva-sesso per lui

di
Pubblicato il: 01-11-2016

La Società Italiana di Urologia dà poche semplici regole per i maschi italiani iperconnessi, per salvaguardare la salute e il benessere, anche sessuali.

Il vademecum detox salva-sesso per lui © Thinkstock

Sanihelp.it - È l’ultimo rapporto del Censis, presentato fine settembre in Senato, a fare il punto e a confermare un nuovo record: il 73% degli italiani è connesso a Internet. Ma è il come si è connessi a fare la differenza: i computer costringono a stare seduti intere ore davanti al monitor e i cellulari spesso distraggono dalla vita reale. Nel caso degli uomini, tali comportamenti hi-tech possono influire non solo sul fisico (in particolare sulla prostata): la continua attenzione rivolta ai contenuti virtuali, influisce pesantemente sulla vita sessuale perché la vita intima ha bisogno di serenità, di vivere il momento, di nascere all’interno di una buona atmosfera. 

Dall’ultimo congresso nazionale della Società Italiana di Urologia (SIU), tenutosi a Venezia, sono così scaturite alcune semplici regole per salvaguardare la salute intima maschile:

1)Spegni il cellulare almeno mezz’ora prima del sesso: un momento così intimo e coinvolgente, non vuole distrazioni. Così poi si fa una utile pausa detox dai social: una ricerca appena pubblicata dalla University of Pittsburgh ha dimostrato che vivere costantemente i social network provoca ansia e depressione, due nemici di una buona erezione

2)Occhio alla postura. Uno studio pubblicato sull’European Journal of Cancer Prevention ha dimostrato che passare molte ore seduti (per esempio al pc) aumenta il rischio del 30% di disturbi alla prostata perché il peso del corpo grava sulla zona pelvica, rallentando il corretto flusso sanguigno. Il consiglio è alzarsi dalla scrivania ogni tanto, per esempio camminando durante le telefonate. 

3)Non esagerare con il sexting. Più dell’80% dei maschi fa sesso attraverso messaggi, e da un lato e questo può essere utile per mantenere sana la prostata: uno studio recentissimo condotto dalla Boston University of Public Health ha dimostrato che eiaculando ogni giorno, si taglia del 22% il rischio di sviluppare un tumore alla prostata. Però attenzione: il sexting può diventare un’ossessione e trasformarsi in una dipendenza esattamente come quella del gioco d’azzardo o degli stupefacenti. In caso di dubbio, meglio parlarne subito con l’urologo.  

4) No all’e-shopping di pillole per il sesso: la raccomandazione vale per tutti i medicinali, ma in particolare per quelli dell’erezione, per i quali il mercato della contraffazione è piuttosto ampio e fiorente. Non solo perché serve una diagnosi specialistica e la ricetta medica prima di qualsiasi utilizzo, ma anche perché online il rischio è di acquistare prodotti che nella migliore delle ipotesi sono inutili, pericolosi nella peggiore.

5) Il cellulare lontano dai genitali. Le ricerche sono controverse ma alcuni studi dimostrerebbero che le onde elettromagnetiche emesse dai cellulari possano interferire con il DNA delle cellule: per questo è una buona regola non tenere il cellulare in tasca o attaccato alla cintura. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
congresso SIU 2016

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:
Promozioni:

Commenti