Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Consigliate soprattutto per le persone sopra i 65 anni

Novembre mese dei vaccini: tutte le informazioni utili

di
Pubblicato il: 14-11-2016
Novembre mese dei vaccini: tutte le informazioni utili © Thinkstock

Sanihelp.it - Tutti pronti per affrontare l'emergenza influenza che quest'anno, secondo i virologi, sarà più diffusa e agressiva degli altri anni. Oltre ai virus ‘classici’ a cui il nostro fisico è già abituato, compreso il virus californiano, le new entry arrivano dall'Australia e da Hong Kong: un mix internazionale che rischia di metterci a letto per un’intera settimana.

Quali tipi di vaccino esistono?

Quest’anno sono state messe in circolazione due tipologie di vaccini antinfluenzali, il trivalente ed il quadrivalente:

- Il vaccino antinfluenzale trivalente contiene 2 sottotipi di virus di tipo A (H1N1 e H3N2) e un virus di tipo B, protegge contro i tre virus che più probabilmente circoleranno ed è indicato per tutti ma efficace soprattutto nei più giovani.

- Il vaccino quadrivalente contiene 2 sottotipi di virus di tipo A (H1N1 e H3N2) e 2 virus di tipo B; dispone di uno spettro di azione più ampio e quindi potenzialmente più efficace nel caso in cui i virus influenzali, circolanti nella stagione invernale, appartengano a ceppi diversi da quelli contenuti nel trivalente classico.

Chi deve vaccinarsi?

Secondo le indicazioni emesse dal Ministero della Salute è raccomandata la vaccinazione antinfluenzale a tutte le persone di età superiore ai 65 anni, ai pazienti a rischio (elenco presente nella circolare) e agli operatori sanitari che hanno contatto diretto con i pazienti a più alto rischio di acquisizione/trasmissione dell’infezione.

Inoltre, la Circolare del ministero ricorda l’importanza della vaccinazione antinfluenzale nelle donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza, per loro la vaccinazione è gratis.

Quanto costa?

Il vaccino trivalente costa 12 euro, mentre il vaccino quadrivalente costa 18 euro.

Controindicazioni

La vaccinazione è fortemente sconsigliata in presenza di febbre e di allergie anche ad uno solo degli elementi della composizione. Inoltre, non dovrebbero sottoporsi al vaccino le persone che hanno una ipersensibilità alle proteine dell’uovo.

Effetti collaterali

Eseguita la vaccinazione è possibile manifestare reazioni a livello topico, in particolare nel punto in cui è stato effettuato il vaccino, che in genere scompaio nell’arco di poche ore. Altri possibili effetti collaterali sono: febbre, nevralgia, spossatezza e reazioni gastrointestinali (compreso il vomito).



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ministero della Salute

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti