Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Prediligere il dolce o il salato? Questione di DNA

di
Pubblicato il: 15-11-2016

Ci sono persone che amano più il gusto salato che quello dolce, in parte a causa del proprio assetto genetico: per loro è possibile anche fare una colazione salata

Prediligere il dolce o il salato? Questione di DNA © Thinkstock

Sanihelp.it - La passione per il sale, in molti casi si eredita dai propri genitori: a sostenerlo è una ricerca presentata durante il meeting annuale dell'American Heart Association.

Essere portatori di alcuni varianti genetiche, anche molto comuni, induce ad amare molto il cibo salato e a volte ad eccedere nell'aggiungere il sale quando si cucina.

Il gene implicato nella predilizione per il salato, inoltre, è lo stesso che porta a rifiutare il sapore amaro e che spinge quindi, a non gradire cibi come i broccoli o le verdure a foglia verde, che hanno fra le proprie caratteristiche,  proprio il retrogusto amaro.

Il proprio assetto genenico, quindi, rende ragione di alcuni problemi di salute che possono derivare da errate abitudini alimentari, dettate dalle preferenze di gusto.

La buona notizia, per chi ama il salato, può venire dallo scoprire che si può consumare persino la colazione salata, a patto di tenerlo in considerazione durante gli altri pasti della giornata.

La maggior parte degli Italiani preferisce una colazione dolce: solo un 7% dice di non amare il classico cornetto e cappuccino.

Questa ristretta minoranza dovrebbe tenere a mente che la caratteristica colazione all'inglese che prevede uova sode o strapazzate, salsicce e pancetta è un lusso da relegare a occasioni speciali e lontane fra di loro nel tempo.

Una colazione di questo tipo, infatti, è troppo ricca di calorie, grassi saturi e sale.

Le uova, il prosciutto e il formaggio però, sono alimenti che normalmente si consumano come secondo piatto, nulla vieta di spostare il loro consumo al mattino, basta poi non consumarli nuovamente a pranzo o  cena.

L'apporto proteico al mattino è molto importante e a dirlo sono numerosi studi scientifici: per questo a colazione non dovrebbero mai mancare i latticini che costituiscono una buona fonte di proteine, anche se per ridurre l’apporto di grassi è buona norma scegliere sempre i prodotti ottenuti da latte parzialmente scremato. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
American Heart Association

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti