Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Patologie del pavimento pelvico: colpite 4 milioni di donne

di
Pubblicato il: 05-12-2016
Patologie del pavimento pelvico: colpite 4 milioni di donne © Thinkstock

Sanihelp.it - Sono oltre 4 milioni le donne che in Italia, soprattutto in Lombardia e Campania, che soffrono di patologie del pavimento pelvico, anche se molte hanno difficoltà a parlarne, soprattutto per pudore. Colpiscono prevalentemente le donne con sintomi quali ritenzione urinaria, incontinenza, prolasso di vescica, utero e retto in varia combinazione, e alterazioni della defecazione come stipsi e incontinenza fecale, dolore pelvico. 

La multidisciplinarietà è necessaria per perfezionare sia la comprensione dei processi alla base delle patologie, sia l’iter diagnostico e la soluzione terapeutica definitiva. Se infatti, come dimostrato in letteratura sul trattamento del prolasso del retto, per esempio, esistono molti trattamenti ma ancora nessuno ha dimostrato un’efficacia superiore rispetto agli altri, significa che la complessità della patologia richiede un trattamento su misura che non sempre dipende dal solo organo colpito.

Grazie alle nuove tecnologie chirurgiche mininvasive e robotiche, la chirurgia colorettale è diventata più efficace. L’Italia è tra i Paesi europei con il maggior numero di attrezzature per la chirurgia robotica che non sempre vengono usate alla massima potenzialità. Fondamentale è la formazione dei chirurghi all’uso delle nuove tecnologie, oltre all’identificazione dei criteri per l’accreditamento delle strutture e la verifica della qualità della prestazione.

Oltre alla chirurgia robotica e ricostruttiva, le altre novità di intervento sono due: la neuromodulazione sacrale che, grazie all’utilizzo di elettrodi collegati a un pacemaker sottocutaneo minimamente invasivo, permette un buon recupero della funzionalità agendo sulla coordinazione delle stimolazioni nervose tra colon, retto e ano, e i bulking agents, sostanze che iniettate nella sottomucosa dell’ano – come il silicone nelle labbra – migliorano la chiusura del canale anale e possono risolvere problemi di incontinenza minore.

Le disfunzioni del pavimento pelvico sono spesso correlate alla gravidanza e al parto, momento traumatico per la pelvi della donna. Le fasce muscolari e nervose vengono sottoposte a un intenso stress che, nel breve o lungo termine, può portare ai disturbi tipici delle patologie del pavimento pelvico.

Per questo al Punto Nascita di Humanitas San Pio X, la prevenzione e  la riabilitazione delle patologie del pavimento pelvico si effettua con appositi corsi prima e dopo il parto grazie a ostetriche specializzate e a un’équipe multidisciplinare dedicata composta da medici ginecologi, urologi e chirurghi in grado di effettuare eventuali correzioni chirurgiche con tecniche mini invasive.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Humanitas San Pio X

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti