Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

I consigli degli esperti

Capelli lunghi: perché tagliarli?

di
Pubblicato il: 10-01-2017

Una corretta beauty routine previene i tagli drastici. Il balsamo? Studi scientifici dimostrano che non rovina né appesantisce le chiome. Basta sceglierlo e applicarlo bene.

Capelli lunghi: perché tagliarli? © Thinkstock

Sanihelp.it - Quando si tratta di capelli, le donne sono disposte a tutto pur di raggiungere il loro ideale: colorazioni, styling, trattamenti. Un’indagine di Pantene, svolta in 12 Paesi del mondo, svela che per l’85% delle donne il sogno è avere capelli lunghi e fluenti. Quasi la metà di queste, che ha già i capelli lunghi, li vorrebbe ancora più lunghi. In Italia 8 donne su 10 hanno i capelli lunghi, ma quasi la metà li vorrebbe ancora più lunghi. L’87% delle italiane, in generale, desidera chiome lunghe e forti.

La domanda a questo punto è: perché le donne tagliano i capelli? Per tre motivi: i capelli sono secchi e opachi soprattutto sulle punte, le punte sono difficili da gestire, oppure sono troppo sottili e quindi perdono la loro forma. In realtà i danni non iniziano dalle punte! Una ricerca pubblicata dall’Hair Research Institute di Pantene ha creato un modello, denominato Advanced hair damage, in grado di identificare i diversi livelli dei danni che i capelli subiscono, partendo dai principali cambiamenti che colpiscono il cuore della fibra fino al punto in cui il danno diventa evidente e visibile all’esterno.

Quattro i livelli di danni identificati. Tipo 1: rappresenta i cambiamenti che avvengono nel cuore della fibra e appaiono anche in superficie. Questo tipo di danno indebolisce la fibra, rendendola porosa in superficie. Tipo 2: comporta un aumento della porosità, che si presenta anche sotto la superficie del capello. L'indebolimento progredisce fino a creare dei pori nel cuore della fibra e all'interno degli strati della cuticola.

Tipo 3: genera danni superficiali significativi, come la rottura del rivestimento della cuticola, causata dalla rimozione degli elementi essenziali della fibra, quali proteine e lipidi. Tipo 4: porta alla rottura completa della fibra, che causa la comparsa delle doppie punte. In molti casi, questo tipo di danno è visibile a occhio nudo.

Per evitare di tagliarli bisogna giocare d’anticipo. Pablo Robledo, International Hairstylist di Pantene, suggerisce: «La corretta beauty routine è composta da 3 step: shampoo, balsamo e trattamento intensivo, almeno una volta a settimana».  

«Il balsamo rafforza i capelli e ne riduce la rottura – conferma  Jeni Thomas, membro del Pantene Research Institute - Uno studio clinico, durato un anno, ha dimostrato che i capelli trattati con il balsamo non mostrano differenze nei tassi di crescita rispetto a quelli trattati senza balsamo.

Molte donne credono che il balsamo appesantisca i capelli. Non è così: ognuno di noi ha oli naturali sul cuoio capelluto. L'utilizzo del balsamo non cambia la quantità di olio che viene prodotto naturalmente. È importante piuttosto utilizzare il balsamo più adatto e applicarlo nel modo giusto: le donne con i capelli fini dovrebbero optare per un prodotto leggero, mentre sui capelli spessi va applicato un balsamo più ricco. Non deve essere applicato direttamente sul cuoio capelluto, ma a partire delle punte e portarlo gradualmente verso le radici». 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Pantene

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti