Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

30 minuti per un seno nuovo con la Smart mastoplastica

di
Pubblicato il: 01-02-2017

Sanihelp.it - Più 60% di interventi in due anni per la Smart mastoplastica, la tecnica di intervento per l’aumento del seno messa a punto da Raffaele Rauso e Pierfrancesco Bove del surgery network Chirurgiadellabellezza. 

Questa procedura per inserire le protesi richiede solo 30 minuti e comporta un recupero rapido e dal dolore molto limitato: studiata da ChirurgiadellaBellezza, questa tecnica di mastoplastica è stata la novità del 2015 nel mondo della chirurgia estetica e poi si è consolidata confermando il proprio successo nel tempo.

«È una procedura che ha successo perché, come dice il nome, è smart –spiegano Rauso e Bove –. Combina delle procedure sicure e consolidate per ottimizzare i tempi dell’intervento: mezz’ora circa a fronte delle due ore di una mastoplastica tradizionale. Il tempo di intervento di 30 minuti comporta un minor trauma chirurgico per la donna, così da poterle garantire un post operatorio rapidissimo e risultati molto naturali, in tempi molto brevi. L'intervento è eseguito in anestesia locale con sedazione, i tempi di ripresa anestesiologici sono rapidissimi e la donna può rientrare a casa in giornata».

Consiste nell’inserimento di una protesi in una tasca scolpita in sede sottomuscolare, simile ma non del tutto uguale al dual plane, con un metodo studiato per ridurre i problemi dovuti alle contrazioni dinamiche del muscolo pettorale. «Questo consente tempi di intervento molto brevi, cosa che riduce inoltre l’edema e il gonfiore successivi» spiegano i chirurghi.

Questa tecnica è indicata per tutte le donne che desiderano un aumento volumetrico del seno, quando non è necessario sollevarlo verso l’alto. Bisogna poi sottolineare che, grazie ai tempi più rapidi di intervento e alle basse dosi assunte di farmaci anestesiologici, anche i tempi di recupero sono accorciati e il dolore è molto limitato, per via dell’anestetico locale praticato prima dell’operazione.

La donna può riprendere la vita quotidiana e le attività lavorative già due giorni dopo l’intervento, «Ma questo non deve far dimenticare –avvertono Bove e Rauso– che la fase post-operatoria è sempre da seguire con attenzione e dura un mese. Le indicazioni terapeutiche: uso di guaina e reggiseno contenitivo per 30 giorni e non eseguire alcuni movimenti per 10/15 giorni. Nel mese successivo all’operazione è bene non eseguire attività che comportano carichi eccessivi per braccia e l’attività sportiva si può riprendere al 100% dopo 60 giorni».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
ChirurgiadellaBellezza

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti